Pallavolo Serie B, la Jolly Cinquefrondi torna a lavoro. Presentato il nuovo centrale Emilio Perassolo

parassoloRipresa degli allenamenti al PalaBonini per la Jolly Cinquefrondi in vista della prossima partita che vedrà i ragazzi di Polimeni sfidare, tra le mura amiche, i siciliani del V. Valley FuniviaEtna. Archiviata la vittoria nella gara d’esordio, in casa Jolly é già tempo di pensare al prossimo impegno e riprendere il lavoro quotidiano per migliorare alcuni aspetti che, nonostante la buona prova, si sono evidenziati nella gara con il Brolo. Intanto nel match contro i siciliani ha fatto il suo esordio con la casacca biancoceleste, Emilio Perassolo, centrale ligure classe ’97 alla sua prima esperienza in un campionato nazionale. ”Sono molto contento di essere qui alla Jolly Cinquefrondi, un altra realtà da come ero abituato, il livello degli allenamenti e dei professionisti da cui siamo seguiti è qualcosa di fenomenale – ha commentato il giovane centrale – questo è il primo anno che gioco fuori casa, sono esordiente in categoria e per me è una grande soddisfazione personale per la quale darò tutto me stesso insieme ai miei compagni di squadra per il raggiungimento dell’obiettivo comune. Ho la possibilità di misurarmi con dei grandi giocatori e con uno staff tecnico che può insegnarmi tanto e aiutarmi a crescere laddove ci sono ancora quelle carenze da campionato regionale. La prima partita è andata bene – conclude Perassolo – ero molto emozionato e teso, è stato il mio esordio e tutto sommato sono contento di come sia andato. Una nuova avventura è appena iniziata, sono carico e determinato per questa stagione”. Sicuramente soddisfatto dell’arrivo di Perassolo è mister Polimeni che lo ha cercato e voluto fortemente credendo nelle sue potenzialità nonostante la giovane età. ”Emilio rappresenta non solo l’atleta dalle potenzialità e dalle caratteristiche fisiche e tecniche che cercavamo, ma anche l’ennesima scelta societaria di puntare per il presente e per il futuro, sui giovani e sulla loro voglia di emergere. Buon reach, buona entrata a muro e grandi potenzialità in attacco, caratteristiche che si sposano in pieno con quelle degli altri due pari ruolo, Aprile e Bonina, anche loro giovanissimi. Qualità tecniche oltretutto che si associano a quelle caratteriali di cui ne siamo rimasti tutti favorevolmente impressionati”.