Palermo: sesso a pagamento e sonnifero per rapinare anziano, 2 arresti

SessoPrima l’incontro amoroso, poi la rapina. Accade a Castelbuono, in provincia di Palermo, dove i carabinieri hanno arrestato Lidia Napoli, 40 anni, e Rosa Mazza, 34 anni. Secondo gli investigatori sarebbero le autrici di una rapina ai danni di un pensionato messa a segno nella notte tra l’1 e il 2 ottobre. A denunciare il colpo, la mattina del 2 ottobre, era stato lo stesso anziano, senza fornire indicazioni precise sulla donna autrice del furto. Il sopralluogo nell’abitazione dell’uomo 69enne, però, aveva insospettito gli investigatori. La rapina era stata compiuta in pochi minuti, troppo pochi perché fosse stata messa a segno da una sconosciuta. L’autrice del colpo era riuscita, infatti, ad appropriarsi della chiave della cassaforte, ben nascosta, e a rubare un orologio da donna in oro bianco, 3.500 euro in contanti, un fucile marca Carl Gustav Stads, una carabina Winchester, un fucile a pompa Wossberg Combo ed una pistola giocattolo. Poi si era data alla fuga a bordo dell’auto della vittima e con il suo cellulare.
Dopo qualche tentennamento la vittima ha confessato ai carabinieri la dinamica dei fatti. La sera precedente aveva contattato Rosa Mazza invitandola a casa. Quest’ultima, già impegnata, avrebbe procurato all’anziano un incontro con Lidia Napoli, che, una volta arrivata a casa del pensionato e dopo prestazioni sessuali a pagamento, avrebbe somministrato all’uomo un sonnifero. Poi avrebbe messo a segno il colpo seguendo le indicazioni di Mazza, con cui, spiegano gli investigatori, avrebbe pianificato il colpo. Entrambe sono state poste ai domiciliari. (AdnKronos)