Palermo: raid punitivo contro buttafuori, 3 arresti

Raid punitivo contro il buttafuori del noto locale “Le Terrazze Excelsior”: 3 arresti a Palermo

squadra mobileTre giovani palermitani sono stati arrestati all’alba di oggi dalla Squadra mobile di Palermo con l’accusa di essere gli autori del raid punitivo contro il buttafuori di un locale. All’alba i poliziotti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della Procura, nei confronti dei palermitani Nicolò Di Michele, 26 anni, Salvatore Incontrera di 19 anni e il ventenne Raffaele Di Dato, ritenuti responsabili dei reati di lesioni aggravate e violenza privata, perpetrati ai danni di un giovane buttafuori del noto locale ”Le Terrazze Excelsior” del centro storico cittadino. I fatti risalgono alla notte dello scorso 21 febbraio: un gruppo di giovani chiede con insistenza all’addetto alla sicurezza all’interno del locale di accedere all’area riservata, il cosiddetto ”privè”, pur senza averne titolo; al rifiuto del buttafuori, inizialmente si allontanano, per poi tornare a notte fonda, armati di bastoni, mettendo in atto un vero e proprio raid punitivo, che riduce la vittima in fin di vita: violenti calci e pugni alla testa ed al corpo e feroci colpi di bastone all’indirizzo del giovane, colpevole solo di avere adempiuto al proprio dovere. Incessanti le indagini della Mobile per risalire agli autori del grave episodio. Attraverso complesse attività investigative, corroborate dalle acquisizioni delle immagini catturate dai sistemi di videosorveglianza della zona e dalla profonda conoscenza degli ambienti criminali locali, gli agenti sono riusciti a risalire all’identità degli aggressori, oggi tratti in arresto e posti ai domiciliari.