Orsomarso, Cosenza città simbolo in Europa: “Regione accetti proposte di Occhiuto”

azione nazionale fausto orsomarso (1)

Spero che la Regione Calabria accetti e accolga le proposte migliorative del Sindaco della città bruzia, Mario  Occhiuto, sul sistema di mobilità in ambito urbano e sulla metrotranvia, perché in questo caso potremmo realizzare l’opera integrandola con una città modello di eco – sostenibilità e di bellezza”. Ad affermarlo è il Consigliere regionale del Gruppo Misto nonché portavoce nazionale di An, Fausto Orsomarso.  “Preliminarmente – propone l’onorevole Orsomarso – ritengo  opportuna una riunione allargata ai consiglieri regionali e comunali della città così come al rettore dell’Unical, per affermare la bontà del progetto, discuterla e trovare anche soluzioni per la dislocazione degli studenti universitari nel centro storico. Il progetto del Sindaco di Cosenza prevede due chilometri di polmone verde, con piazzette e luoghi  di  accessibilità per persone con disabilità,  percorsi tattili per non vedenti, piste ciclabili, percorsi benessere, piante di varie essenze ed alberature ad alto fusto e schermanti. Collegato con assi trasversali all’altro percorso pedonale commerciale che è corso Mazzini, il parco -  sottolinea il Consigliere regionale – diventerebbe  realmente  un modello urbanistico per tutta  Europa. Avremmo vettori per trasporto pubblico senza sospensioni  e cavi e pullman  su ruote elettriche   oppure su binari elettrificati  a terra.  Lo stesso progetto,  a inquinamento zero,  prevede  delle assi  trasversali  con “stazioni  hub” per pullman  elettrici con ricarica  a ribalta. Nelle richieste del Comune  è compresa la necessità di riqualificazione delle stazioni esistenti su via Popilia e l’elettrificazione della linea delle  Ferrovie Calabro Lucane con connessione a tutto il Savuto e la zona a Sud di Cosenza e interscambio su Vagliolise. via Popilia,  attraversata da due strade  a scorrimento,  diventerebbe  centrale e sarebbe integrata da interessi commerciali e di servizio con da un lato il fiume in le stazioni riqualificate e il Ponte di Calatrava e dall’altro il più grande Parco urbano d’Italia. Si tratterebbe di una grande rivoluzione sociologica nella quale la metro tramvia avrebbe  un senso  e che  farebbe di Cosenza  un laboratorio di  cultura e  di comunità,  i cui riflessi  si vedrebbero  in termini di  recupero delle marginalità.  Se la Regione accettasse  queste proposte, potremmo bonificare una volta per tutte  una lunga area penalizzata,  cinquanta anni fa,  da un’urbanistica ghettizzante  e collegheremmo  davvero  il sapere universitario  a un modello di vivibilità eccellente.  Ovviamente, per evitare le solite strumentalizzazioni politiche o i giudizi e i pregiudizi interessati, una tale rivoluzione non può che essere illustrata al meglio ai cittadini con i quali in questi anni abbiamo condiviso la fiducia sulla costruzione di una grande città.  La forza di Mario Occhiuto e della sua giunta è  stata in questi anni la rottura con le vecchie liturgie della politica che rallentavano le scelte e quindi le realizzazioni.  Come classe dirigente a sostegno di questa amministrazione ribadiamo  – conclude l’onorevole Orsomarso che la nostra forza, oltre la leale collaborazione  con il Sindaco, è sempre stata quella dell’ascolto e della condivisione delle nostre idee messe al servizio di una città che vogliamo migliorare per i nostri figli dai quali vorremo essere ricordati come amministratori visionari e responsabili”.