‘Ndrangheta, operazione “Confine 2″. De Raho: “la denuncia di una signora riconquista ci ha consentito di ricostruire i fatti”

LaPresse/Adriana Sapone

LaPresse/Adriana Sapone

Sono ancora rarissime le denunce. In questa indagine abbiamo la denuncia di una signora del nord che era venuta a vivere in Calabria da alcuni anni, la quale in modo molto chiaro ricostruisce i fatti, spiega le causali e offre specifiche indicazioni su tutto quello che era avvenuto. Nel leggere queste dichiarazioni si ha un senso di compiacimento nel senso che finalmente vi è un cittadino che parla e con la propria famiglia difenda i propri diritti“. Lo ha dichiarato il procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho, nella conferenza stampa dell’operazione ‘Confine 2′ che ha colpito la ‘ndrina Ruga di Monasterace. La testimonianza della donna che ha denunciato “rappresenta -ha aggiunto il magistrato- un momento di riconquista della legalità sul territorio. Se ci fossero altre denunce riusciremmo con maggiore celerità ad intervenire“.