‘Ndrangheta, operazione Big Bang: altri 4 arresti

carabinieriNell’ambito dell’operazione Big Bangi contro la ‘ndrangheta che aveva portato all’arresto di 20 persone fra Torino e la Calabria, dopo 9 mesi sono stati eseguiti dai carabinieri negli ultimi giorni altri 4 arresti. L’ordine di custodia cautelare e’ scattato per Damiano La Rosa, 55 anni, di Beinasco, e Nicodemo Tropea, 38 anni, domiciliato a Torino, che secondo gli investigatori sono legati alla ‘ndrina capeggiata dai fratelli Adolfo e Aldo Cosimo Crea; gli altri due arrestati sono Antonio Serratore, 42 anni, di La Loggia (Torino), che farebbe parte della ‘drina dei Bonavota, operante sotto la Mole e a Sant’Onofrio (Vibo Valentia), e Cristian Alberto Rotundo, 37 anni, di Torino. Le indagini si sono sviluppate tra il gennaio e il settembre del 2016. Ora i quattro devono rispondere, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, detenzione illegale armi comuni da sparo e detenzione illegale di armi da guerra. Rotundo, secondo gli inquirenti, avrebbe ceduto, nell’ottobre del 2014, delle armi agli esponenti del clan Crea.