‘Ndrangheta, omicidi e incendi alla farmacia della Lanzetta, 14 arresti [NOMI, FOTO e DETTAGLI]

lanzettaAlle prime luci dell’alba, nell’area jonica della provincia di Reggio Calabria e nelle province di Catanzaro, Roma e Firenze, i carabinieri del Gruppo di Locri, con l’ausilio di tutte le articolazioni territoriali, dell’8° Nucleo Elicotteri Carabinieri, dello Squadrone Carabinieri Eliportato Cacciatori Calabria e del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, su ordine della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, hanno arrestato 14 persone, e sequestrato un’attività commerciale.

le indagini sono state dirette dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria dott. Federico Cafiero de Raho; dal Sost. Proc. DDA-RC dott.ssa Simona Ferraiuolo, dal già Sost. Proc. DDA-RC dott. Paolo Sirleo, dal GIP presso il Tribunale di Reggio Calabria dott. Nicolò Marino;

Le indagini sono state espletate dal Gruppo Carabinieri di Locri (RC) diretto dal Ten. Col. Pasqualino Toscani, dal Ten. Col. Alessandro Mucci già Comandante del Nucleo Investigativo di Locri ed attualmente C.te del Nucleo Investigativo del C.do Prov.le CC di  Reggio Calabria, dal Maresciallo Capo Antonio Longo Comandante della Stazione Carabinieri di Monasterace Marina (RC).

I provvedimenti sono stati emessi a seguito dell’attività condotta dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Locri dal mese di gennaio 2011 al mese di marzo 2016. Le persone destinatarie del provvedimento cautelare sono ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, omicidio, danneggiamento, rapina, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Sono state inoltre effettuate numerose perquisizioni personali e domiciliari nei confronti degli  indagati.  Le indagini sono state avviate dopo la brutale uccisione di Andrea Ruga, avvenuto a Monasterace il 13 gennaio del 2011, e a seguito di numerosi altri fatti delittuosi verificatisi in quel centro, tra i quali spiccano l’incendio che ha distrutto la farmacia Mazzone, avvenuto il 26 giugno 2011, esercizio di proprietà dell’allora sindaco di Monasterace Maria Carmela Lanzetta, poi divenuta ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Locali, dal febbraio 2014 al marzo 2015; l’esplosione di diversi colpi di arma da fuoco all’indirizzo della vettura di proprietà ed in uso alla stessa amministratrice pubblica, avvenuta il 29 marzo 2012. Le indagini avrebbero inoltre accertato l’attuale composizione organica della cosca criminale operante in Monasterace, Ruga-Gallace-Leuzzi, a individuare il mandante dell’omicidio di Andrea Ruga e chi avrebbe assunto le redini del comando dell’omonima cosca all’indomani dell’omicidio stesso, nonché a fare emergere la violenza criminale del sodalizio ed il grado di assoggettamento e sottomissione in cui si trovava a vivere la gente del posto. Diversi anche i casi di danneggiamento, estorsione e favoreggiamento disvelati dalla complessa ed articolata attività di indagine condotta dai Carabinieri che ha portato agli arresti odierni.

SOGGETTI COINVOLTI 

DESTINATARI DI O.C.C. AA.DD.

  1. FRANCO Antonio, (detto “Nino”), nato a Pazzano il 05.04.1946: indagato per art. 416 bis c.p., art. 12 quinquies L.356/92 (intestazione fittizia di beni) e art.7 L.203/91;
  2.  CERTOMATA’ Salvatore, nato a Riace il 09.08.1960: indagato per artt. 110, 582, 585 c.p. e art.7 L.203/91;
  3.  RUGA Maria Concetta, nata a Locri (RC) il 4.9.1976: indagata per art. 12 quinquies L.356/92 (intestazione fittizia di beni) e art.7 L.203/91;
  4.  AMATO FILIPPO, nato a Siderno (RC) il 01.06.1988: indagato per l’art. 73 d.P.R. 309/90;
  5.  FABIANO Giuseppe, nato a Cantù (CO) il 14.3.1981: indagato per lart. 73 d.P.R. 309/90;

 DESTINATARI DI O.C.C.C.

  1. RUGA Giuseppe Cosimo nato a Monasterace (RC) il 05.02.1951: indagato per artt. 416 bis, 110, 575, 577,118, 81, 629, 610, 635, 628, 582, 585, art. 12 quinquies L.356/92 (intestazione fittizia di beni), art.4 L.110/75 art. 2, 4, 7 L.895/67 e art. 7 L. 203/91;
  2.  DEMASI Robertonato a Locri (RC) il 22/10/1992: indagato per artt. 416 bis, 110, 61, 635, c.p. art. 2, 4, 7 L. 895/67;
  3.  LAMBERTI Andrea, nato a  Locri (RC) il 27.02.1971: indagato per artt. 416 bis, 110, 81, 610, 635, 628 c.p. art. 2, 4, 7  L. 895/67, art. 7 L.203/91;
  4.  LEOTTA Antonio nato a Roma il 09.10.1977: indagato per artt. 416 bis, 110, 81, 56, 629 art.7 L.203/91; e artt. 697, 699, c.p. e art. 73 d.P.R. 309/90.
  5.  SORGIOVANNI Maurizio, nato a Siderno (RC) il 1.8.1988: indagato per artt. 416 bis,110, 56, 629, 582, 585 c.p., art. 7 L.203/91, art. 697, 699 c.p. art. 4 L.110/75;
  6.  VERTOLO Giorgio, nato a Siderno (RC) il il 24.02.1983: indagato per gli artt. 416 bis, 110, 635, c.p. e artt. 2, 4, 7 L. 895/67;
  7.  EMANUELE Vincenzo, nato a Siderno (RC) il 11.04.1981: indagato per gli artt. 118, 81, 629, c.p., art. 7 L.203/91;
  8.  PAPALEO Salvatore, nato a Monasterace (RC) il 5.2.1971: indagato per i reati di cui agli artt. 110, 378 c.p., art. 7 L.152/91;
  9.  SORGIOVANNI Cosimo, nato a Giaveno (TO) il 15.08.1971, residente a indagato per i reati di cui agli artt. 110, 378, c.p. art. 7 L.152/91.

 SEQUESTRO PREVENTIVO

  1.  “SUPERMERCATO R.M.C. S.r.l. sempl.” — P.I. 02799900804 e n. REA RC — 191286 (in passato denominata “FRANCO Antonio Ditta” – P.I. 00084990803), con sede legale in Monasterace (RC), V.le delle Libertà snc – CAP 89040, comprensivo dell’intero patrimonio aziendale.
Vertolo Giorgio
Sorgiovannio Cosimo
Sorgiovanni Maurizio
Ruga Maria Concetta