‘Ndrangheta, Cafiero de Raho: “lo scorso anno 13 pentiti”

Federico Cafiero De RahoLa mafia controlla tutto” ma “la gente comincia a capire che non si puo’ continuare nello stesso modo, cominciano ad esserci denunce che sembravano impossibili. Lo scorso anno abbiamo avuto 13 collaboratori di giustizia, il che e’ un numero straordinario”. Lo ha detto il procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, al termine dell’ audizione in commissione Antimafia. “Questo dice che qualcosa sta cambiando, ma la ‘ndrangheta e’ ancora in grado di controllare il territorio, le attivita’ economiche e la politica. La situazione e’ molto grave”, ha sottolineato aggiungendo che si stanno conseguendo risultati e questo incoraggia a ritenere che “in tanti si possono cambiare le cose”.