‘Ndrangheta, Alfano: “bene l’arresto di Antonio Pelle, nessuno sfugge per sempre”

Pelle Antonio“L‘ottimo lavoro della Squadra Mobile di Reggio Calabria, con il supporto del Servizio centrale operativo e della Polizia scientifica, ha portato all’arresto di Antonio Pelle, 54 anni, latitante dal 2011, evaso dall’ospedale di Locri e ricercato per una condanna definitiva a 20 di reclusione per associazione mafiosa, armi e droga“. Lo afferma il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sottolineando che l’uomo, “inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi, si nascondeva nell’abitazione di famiglia, in un bunker costruito fra il bagno e la camera da letto del figlio“. “Questo dimostra, ancora una volta – afferma il ministro – che nessuno può sfuggire per sempre alla giustizia. Il lavoro dei nostri uomini, il loro impegno e la grande capacità investigativa, sono al servizio del nostro Paese e dei cittadini per il controllo del territorio e per rafforzare la percezione di sicurezza“.