Milazzo, al Teatro Trifiletti in scena ‘L’Angelo Biondo’, nel nome di Niccolò

da3feca4-2366-435c-93ee-69778fff3000Nella serata di ieri, all’interno della splendida cornice del ‘Teatro Trifiletti’ di Milazzo, è andata in scena la quattordicesima edizione della rassegna musicale ‘L’angelo biondo‘, organizzata dall’Associazione ‘Amici di Niccolò’. Ad esibirsi sono stati numerosi piccoli artisti, che hanno allietato la serata dei presenti con le loro toccanti esibizioni. La rassegna era riservata a tutti i giovani solisti e cameristi, sia italiani che stranieri, nati dopo l’uno ottobre del 2001, ed abilmente preparati, con la massima professionalità possibile, dai propri insegnanti.

Lo scopo di questo evento è, da sempre, duplice. Da un lato si vuole onorare, come meglio possibile, la memoria del piccolo Niccolò, un angelo strappato alla vita quando aveva appena cinque anni. Dall’altro si vogliono invece spronare i piccoli musicisti a coltivare la propria passione senza mai mollare. Siamo evidentemente di fronte ad un’iniziativa guidata dal cuore ma che funge, anche, da trampolino di lancio per tanti giovani amanti del mondo della musica. Da quattordici anni a questa parte, difatti, tanti musicisti si sono esibiti sui palchi de ‘L’angelo biondo’, prima di farsi conoscere da un pubblico più vasto: da concertisti come Antonino Fiumara a componenti di orchestre come le Gemelle Simona e Sabrina Palazzolo, di Messina, o Marco Crisafulli, di Milazzo.

La serata, organizzata con la collaborazione del Comune di Milazzo e della Raffineria ‘RAM’, ha visto una copiosa partecipazione in termini di pubblico. Tanti gli spettatori accorsi ad assistere allo spettacolo, prodighi di complimenti per l’eccellente riuscita dell’evento. Tra di loro anche il sindaco di Milazzo, Giovanni Formica, e vari componenti della giunta, tra cui Salvatore Presti, Assessore alla Cultura. A partecipare anche numerosi rappresentanti della Raffineria sita nella città mamertina.

Come detto, l’Associazione organizzatrice porta il nome di ‘Amici di Niccolò’. Niccolò, nei pochi anni in cui è stato tra noi, ha vissuto in maniera spontanea e passionale la musica. Era un bambino allegro, pieno di vita, biondo come il più perfetto degli angeli. Era innamorato della musica, di quell’amore puro e privo di condizionamenti di cui non tutti sono capaci. Adorava farsi comprare dal papà, Andrea Frediani, dei giocattoli a forma di strumenti musicali: dalla chitarra alla fisarmonica, erano quelli i giochi con cui, più degli altri, era solito divertirsi e scorrazzare nel giardino di casa. E ogni volta che sentiva partire qualche melodia, Niccolò iniziava subito a muoversi e ballare. Aveva la musica nel sangue e nel cuore. Una passione, questa, ereditata in maniera naturale dalla mamma, Anna Paola Fantozzi, insegnante del settore.

E’ per questo che i suoi genitori, i coniugi Frediani, hanno deciso di dare vita all’Associazione ed a questa rassegna, per cercare di dare un senso alla passione di Niccolò, per vedere sorridere tanti altri bambini proprio come faceva lui, per dare loro la possibilità di esibirsi di fronte ad un pubblico e su un palco, ed anche di ricevere un compenso in denaro per ripagare i propri sacrifici. Già, perché tutti i partecipanti sono stati ricompensati, dall’Associazione, con premi sotto forma di denaro contante e buoni acquisto, senza dimenticare l’attestato fornito ad ognuno di loro. A stabilire l’entità dei premi è stata una giuria specializzata nelle serate del 29 e del 30 settembre, quando gli artisti si sono esibiti in un primo momento della manifestazione. Ma l’Associazione ‘Amici di Niccolò’ è anche un mezzo attraverso il quale poter esercitare, in modo assolutamente privo di interessi, tanta beneficenza. Merito anche alla Presidentessa, Anna Paola Fantozzi, da sempre in primo piano in questi ambiti. Per chiunque volesse entrare in contatto con l’Associazione ‘Amici di Niccolò’, i riferimenti sono i seguenti: Via del Monte Ovest 13, 56031, Bientina; mail: info@afrediani.it oppure apfantozzi@tiscali.it.

Di seguito, i nominativi di tutti i ragazzi che hanno preso parte alla rassegna, le specialità in cui si sono esercitati ed i relativi premi ricevuti:

Viola Lisanti (canto): attestato e borsa di studio da 50 euro, più un buono acquisto;

Anita Munafò (pianoforte): attestato e borsa di studio da 100 euro;

Antonino Arena (pianoforte): attestato e due buoni acquisto;

Giuseppe Calderone (rullante): attestato e borsa di studio da 100 euro;

Giuseppe Calderone (pianoforte):  attestato e due buoni acquisto;

Angelo Impalà (pianoforte): attestato e borsa di studio da 80 euro;

Luca Sindoni (fisarmonica): attestato e borsa di studio da 80 euro;

Maria Chiara Perdichizzi (violino): attestato e borsa di studio da 100 euro;

Emanuele D’Amico (clarinetto): attestato e borsa di studio da 100 euro;

Carmen De Gaetano (pianoforte): attestato, borsa di studio da 50 euro e un buono acquisto;

Elisa Mazzeo (pianoforte): attestato, borsa di studio da 100 euro e un buono acquisto;

Marta Gentile (flauto traverso): attestato e borsa di studio da 200 euro;

Maria Duci (pianoforte): attestato e borsa di studio da 50 euro;

Denise Ruggeri (pianoforte): attestato, borsa di studio da 100 euro e un buono acquisto;

Gaetano Rizzo (sassofono): attestato, borsa di studio da 100 euro e un buono acquisto;

Angelica Crimi (pianoforte): attestato e borsa di studio da 80 euro;

Dario Venuto (pianoforte): attestato e due buoni acquisto;

Elisa Mazzeo e Maria Duci (pianoforte a quattro mani): due buoni acquisto;

Gaetano Rizzo e Paolo Magazù (duo sax e chitarra): borsa di studio da 160 euro e due buoni acquisto.