Mezzi pesanti a Reggio Calabria: il sindaco di Villa: “occorre ricercare una soluzione utile e condivisa”

camion“Ritengo che sia assolutamente errato l’approccio della classe politica reggina, da destra a sinistra, rispetto al paventato trasferimento dei mezzi pesanti da Villa San Giovanni a Reggio Calabria. Ho letto ed ascoltato cori unanimi e proteste rispetto alla questione, che mirano semplicemente a dire no al trasferimento a Reggio Calabria dei Tir, senza definire invece una soluzione condivisa che possa tutelare il cittadino reggino quanto quello villese che non può essere considerato, così come lo si considera in tal modo, disponibile a sopportare ancora le problematiche derivante dal passaggio dei tir dal centro abitato. Verosimilmente il trasferimento dei tir a Reggio Calabria avverrebbe in una zona portuale che non prevede l’attraversamento dal centro cittadino, come avviene a Villa San Giovanni, con le conseguenti problematiche in termini di viabilità e di ambiente che ne derivano e che la mia Comunità da anni subisce. Un porto è dedicato, proprio in virtù della sua natura, ad ospitare il trasferimento di mezzi e persone e, la posizione dell’area portuale di Reggio Calabria è assolutamente più consona rispetto Villa San Giovanni, che da anni “soffre” del soffocamento, soprattutto in alcuni periodi dell’anno, della viabilità cittadina per il passaggio di tutti i mezzi in un’unica arteria stradale.  Praticamente un vero e proprio imbuto nel quale convivono i miei concittadini assieme ai milioni di mezzi che ogni anno lo attraversano”, scrive in una nota il sindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina. “In tal senso -prosegue- appare utile ricordare, il riconoscimento del finanziamento del Decreto Emergenza ambientale a Villa San Giovanni, con la realizzazione di alcune opere, come l’ampliamento della bretella autostradale che, non è comunque sufficiente per mitigare le problematiche suddette. In tale contesto, senza voler entrare nel merito della scelta imprenditoriale dei vettori che hanno avviato le procedure per il trasferimento della propria attività nel Porto di Reggio Calabria, ribadisco che occorre definire una soluzione a tutela dell’ambiente e della salute della mia Comunità e contemporaneamente della volontà reggina di fare dell’area portuale di Reggio Calabria area a vocazione turistica. Tutto ciò assume una maggiore valenza in questo particolare momento storico che vede la Città capoluogo di Provincia quale guida della Città Metropolitana nella consapevolezza della necessità di contemperare gli interessi ed il diritto alla salute dei cittadini Villesi al pari di quelli di Reggio Calabria. In tal senso -aggiunge- il mio auspicio è quello che il Sindaco Falcomatà, anche e soprattutto nella qualità di Sindaco della Città Metropolitana di RC, intervenga in sinergia con l’Amministrazione Comunale da me guidata, per sostenere dinanzi  ai vertici del Governo Nazionale che il problema venga affrontato nella sua interezza, ovvero  riprendere  l’idea,  sempre sostenuta dalle diverse Amministrazioni Villesi che si sono succedute, dell’indispensabile riconoscimento del finanziamento per la realizzazione del porto nella zona sud di Villa San Giovanni, ovvero a Bolano. Tale soluzione, che potrebbe essere veramente la più opportuna ed idonea per le due Città, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, garantirebbe il soddisfacimento degli interessi di entrambi le Comunità”, conclude.