Messina: ultimi appuntamenti a bordo della nave scuola “Palinuro”

Oggi si concludono gli appuntamenti dell’evento “Marina Militare – Musica in Mare” a bordo della nave scuola “Palinuro”

Nave Palinuro (3)Si concludono oggi gli appuntamenti dell’evento “Marina Militare – Musica in Mare”, organizzato dall’assessorato comunale alle Politiche Culturali, insieme alla Marina Militare e al conservatorio “A. Corelli”, in occasione della sosta nel porto di Messina della nave scuola “Palinuro”. Oggi, mercoledì 5, dalle 10 alle 12, visita alla nave ed estemporanea dal tema “Oltre il Mare – Tradizione – Marittimità – Ospitalità”. Il Palinuro è una nave Goletta, armata con tre alberi più un albero di bompresso. L’albero di trinchetto è a vele quadre, mentre quelli di maestra e mezzana sono a vele auriche ed il bompresso è armato con i fiocchi. La superficie velica complessiva è di circa mille metri quadrati. L’altezza degli alberi sul livello del mare è di 35 metri per il trinchetto, 34,5 metri per la maestra e di 30 metri per l’albero di mezzana. Nave Palinuro fu varata nel 1934 nei Cantieri Navali di Nantes in Francia, con il nome di “Commandant Louis Richard”. Dalla sua origine e fino all’inizio del secondo conflitto mondiale la nave, di proprietà di una società privata francese, fu destinata al ricco commercio del trasporto e della pesca del merluzzo nei Banchi di Terranova. Nel 1950 fu acquistata dalla Marina Militare Italiana e trasformata in Nave Scuola. Entrò in servizio il 16 luglio1955 e da allora è stata impiegata per l’addestramento degli Allievi Sottufficiali delle Categorie Nocchieri, Nocchieri di Porto, Meccanici e Motoristi Navali, provenienti dalle Scuole Sottufficiali della Marina Militare Italiana prima di Venezia, poi di Porto Ferraio di La Maddalena e di Taranto. Il Palinuro ha preso parte ai più prestigiosi raduni di imbarcazioni e navi d’epoca ed alle regate delle “Tall ships” tra cui la “Cutty Sark”, l’”Amsterdam sail” ed il raduno delle vele d’epoca di Imperia.