Messina: presentata oggi a Palazzo Zanca la manifestazione “Il nostro greco quotidiano”

alfabeto GrecoSi è svolta oggi, nella sala Ovale di palazzo Zanca, la conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Il nostro greco quotidiano – Itinerario nella memoria e nella presenza greca tra Sicilia e Calabria”, in programma sino a domenica 23 ed organizzata dalla Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia (FCCEI) con il patrocinio del Parlamento Ellenico e del Segretariato Generale per i Greci all’Estero del Ministero Affari Esteri, ed in collaborazione con le Comunità Elleniche ed Ellenofone locali. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato l’assessore alla Cultura, Daniela Ursino; il deputato regionale, Marcello Greco; la presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite greche d’Italia, Olga Nassis; l’on. Xrisoula Katsavrià Sioropoulou, in rappresentanza ufficiale del Parlamento ellenico; ed il prof. Damiano Garzo, dell’Istituto Superiore Minutoli plesso Quasimodo indirizzo turistico. Le iniziative, che interesseranno il territorio di Messina, Calabria greca, Capo d’Orlando, Nebrodi e Palermo, mirano a valorizzare la memoria e la presenza greca in Sicilia ed in Calabria che dall’epoca classica giungono ininterrotte e significative fino ai nostri giorni. L’impronta di questa grande tradizione si ritrova, oltre che nell’immenso patrimonio monumentale ed artistico, anche nella vita quotidiana, nella lingua parlata, nei cognomi, nei toponimi, nei profumi e nella gastronomia locale. Il contributo culturale, spirituale, scientifico, letterario dei greci è inestimabile; basterebbe evocare Archimede, Dicearco, Evemero, Giuseppe l’Innografo, S. Elia, S. Cono, Francesco Maurolico, Joseph Vinci e ricordare la grandiosa produzione letteraria ed iconografica che si riflette anche nella contemporaneità. Le radici dell’Europa di oggi si fondano largamente nella cultura ellenica. L’itinerario storico-culturale, al quale prenderà parte anche l’on. Xrisoula Katsavrià Sioropoulou, in rappresentanza ufficiale del Parlamento ellenico (Vulì ton Ellìnon), sarà articolato nelle seguenti tappe: Bova in Calabria; Milazzo, Capo d’Orlando, i Nebrodi e Palermo in Sicilia. Il momento più significativo sarà a Messina domani, sabato 22,  alle ore 11, dove, in presenza delle autorità civili e religiose, si terrà la cerimonia ufficiale di denominazione di un importante spazio pubblico come “Largo dei Greci”, con l’apposizione di una targa toponomastica bilingue. L’area interessata si trova nella zona Falcata, a pochi passi dalla “Lanterna” del Montorsoli, a lungo alimentata, per voto, dall’olio offerto da una donna cretese residente a Messina. La nuova denominazione rappresenta un simbolico risarcimento per l’oblio che seguì la catastrofe del 1908; a Messina, infatti, prima del terremoto c’erano la “via dei Greci” (attuale via Concezione), il “vicolo dei Greci” e, fino alla fine del XVI secolo, un intero quartiere chiamato “Grecìa”. Il programma prevede, dopo la conferenza di oggi, una visita nei luoghi della memoria e della presenza ellenica in città. Domani, sabato 22, alle 11, nella Zona Falcata di Messina, la cerimonia ufficiale di denominazione di un importante spazio pubblico come “Largo dei Greci”, con l’apposizione di una targa toponomastica bilingue, a cura della Comunità Ellenica dello Stretto. Nel corso dell’evento saranno eseguite musiche e danze della tradizione messinese a cura di Nerina Cavallaro, con Giuseppe Roberto alla zampogna e Nino Aiello al tamburello, mentre gli studenti dell’istituto Quasimodo, accompagnati dal prof. Garzo,  faranno da guida e daranno il benvenuto ai rappresentanti del Parlamento Greco. Gli altri appuntamenti dell’itinerario saranno sempre domani, sabato 22 (Calabria greca – Circolo Dèlia), alle 16, a Bova Chora, con la cerimonia di consegna premi della I edizione del premio di poesia greca e calabra “Agostino Siviglia”; alle 18, a Bova Chora, “I rimedi grecanici nella medicina popolare” conferenza del prof. Antonio Pugliese, dell’Università di Messina; e alle 19, a Bova Marina, “Musicofilia” spettacolo di musica e balli greci di Calabria. Domenica 23 (Capo d’Orlando-Nebrodi-Palermo),  a Capo d’Orlando, alle 10.30, la cerimonia di apposizione della targa commemorativa a San Cono Pellegrino nel luogo dove sorgeva la Chiesa greca di San Nicola del Capo (Άγιος Νικόλαος Ακρωτηρίου), a cura della comunità Ellenica dello Stretto, sezione dei Nebrodi e alle 11, alla Pinacoteca comunale, “Il nostro greco quotidiano nella Sicilia orientale”, riflessioni sulle radici culturali elleniche dell’Isola alla presenza delle Istituzioni locali e regionali; a San Marco D’Alunzio, alle 13, visita del Museo Bizantino e della Chiesa di San Basilio (I Santi Demmeniti e il Pantocratore); a Naso, alle 16, visita antica Agatirno e tempio di San Cono Navacita. Gli appuntamenti si concluderanno a Palermo, alle 19, ai Cantieri culturali della Zisa, con un incontro a cura della Comunità Ellenica Trinacria.