Messina: la Cisl ancora in prima linea nella questione dei buoni pasto per la Polizia Municipale

La Cisl Funzione Pubblica, nonostante i passi in avanti fatti dall’amministrazione comunale di Messina, ritiene che ci sia molto da fare nella questione dei buoni pasto per la Polizia Municipale

polizia municipaleLa Cisl Funzione Pubblica, con nota del 6 ottobre, ha informato il Dirigente del Corpo Polizia Municipale ed anche gli Assessori ed il direttore generale sulle azioni già intraprese in merito alla ormai nota vicenda dei buoni pasto. In data 5 ottobre è stato deposito alla cancelleria del Tribunale di Messina, il ricorso per la condanna per comportamento antisindacale dell’Amministrazione comunale ed è stata già fissata l’udienza per il prossimo 8 novembre dinanzi al Tribunale Ordinario Sezione Lavoro di Messina e sono in fase di deposito le azioni individuali di recupero delle risorse maturate dal 2009 ad oggi. «Oggi – dichiara il segretario generale Calogero Emanueleapprendiamo, informalmente comunicato al Coordinamento della Polizia Municipale Cisl Fp, che il Dirigente della Polizia Municipale Dr. Calogero Ferlisi, nel condividere l’orientamento manifestato dal segretario generale del Comune e dall’Assessore e vice Sindaco Gaetano Cacciola, ha compiuto l’ulteriore auspicato passo in avanti provvedendo a revocare la sua determina n. 92/2015 con la quale impediva il pagamento dei buoni pasto ai lavoratori della Polizia Municipale che svolgono il servizio negli orari canonici del pranzo e della cena. Apprezziamo la buona volontà dimostrata dal Comandante – conclude Emanuele – ma questo non ci esime dal continuare le azioni giudiziarie intraprese che proseguiranno fino al completo riconoscimento dei diritti negati ma maturati dal 2009 ad oggi».