Messina, incontro dell’assessore Croce con i rappresentanti dei molluschicoltori

palazzo zancaIncontro proficuo presso la sala ovale del Comune di Messina tra l’assessore Maurizio Croce ed i rappresentanti dei molluschicoltori del lago di Torre Faro. L’aumento spropositato del costo delle concessioni demaniali avvenuto nel corso del 2014, lievitate dell’ordine del 600%, hanno causato serie difficoltà alle ditte che gestiscono la molluschicoltura del lago Piccolo, trovatesi improvvisamente a dover pagare canoni fino a 50.000 euro annui. I rappresentanti dei molluschicoltori delle ditte Sacom Srl e Farau, alla presenza del vicepresidente del Consiglio Nino Interdonato, del consigliere comunale Nino Carreri, del Presidente della VI circoscrizione Orazio Laganà e del consigliere Giuseppe Sanò, sono stati ascoltati dall’assessore regionale al Territorio ed Ambiente Maurizio Croce, il quale ha immediatamente accolto le richieste prospettate, impegnandosi a far ottenere un’adeguata dilazione del debito. L’assessore Maurizio Croce, riconoscendo con orgoglio di messinese il valore delle ditte di molluschicoltura a livello nazionale, nel 2015 aveva prontamente modificato una normativa che poneva un freno allo sviluppo economico del territorio. Addirittura, l’assessore regionale al Territorio ed Ambiente, con la finanziaria del 2015, ha apportato delle modifiche migliorative, equiparando le concessioni dei molluschicoltori a quelle delle forze armate con chiari vantaggi economici. “Ancora una volta, la politica risponde prontamente alle richieste dei lavoratori, favorendo quello sviluppo economico necessario ad uscire dalla crisi economica che tarpa le ali ai tanti imprenditori che scommettono quotidianamente sul proprio territorio”, ad affermarlo è il consigliere Sanò che plaude alla politica del fare che caratterizza il percorso intrapreso dal gruppo Sicilia Futura.