Messina: illustrate a Palazzo Zanca le iniziative per la commemorazione dei defunti

Sono state illustrate oggi a Palazzo Zanca le iniziative per la commemorazione dei defunti a Messina

LaPresse/Carmelo Imbesi

LaPresse/Carmelo Imbesi

Il sindaco, Renato Accorinti, e l’assessore con delega ai Cimiteri, Daniele Ialacqua, hanno presentato oggi ai giornalisti il programma di accoglienza dei cittadini e le iniziative organizzate nelle giornate di lunedì 31 ottobre, martedì 1 e mercoledì 2 novembre in occasione della Commemorazione dei defunti. “Questa ricorrenza ha in Sicilia qualcosa di particolare rispetto ad altre regioni – evidenzia l’assessore Ialacqua – ovvero l’usanza di fare trovare doni e dolci ai bambini, raccontando che sono regali portati dai nonni o da parenti che non ci sono più. Una tradizione da non disperdere e da valorizzare perché ci aiuta a mantenere un rapporto vivo con i nostri cari defunti e ad avere un rapporto diverso con la morte, evento sempre presente nella nostra vita. E’ con questo spirito che abbiamo continuato anche quest’anno ad organizzare una serie di iniziative con l’aiuto del personale del dipartimento Cimiteri e dei volontari delle varie associazioni che anche per questa edizione non hanno fatto mancare il loro apporto”. Pertanto relativamente all’accesso, il Gran Camposanto ed i cimiteri suburbani rimarranno aperti da lunedì 31 ottobre al 2 novembre, dalle ore 8 alle 17; per l’affluenza di visitatori, da sabato 29 ottobre sino al 2 novembre sarà vietato l’accesso al Gran Camposanto alle autovetture private autorizzate ed anche a quelle munite di pass per i soggetti diversamente abili; la ricezione dei cortei funebri e delle salme si effettuerà lunedì 31 ottobre, l’1 e il 2 novembre, esclusivamente dall’ingresso del cimitero del Gran Camposanto, lato Baglio; gli uffici della direzione Cimiteri, da lunedì 31ottobre a mercoledì 2 novembre, rimarranno aperti al pubblico continuativamente fino alle 17, e giovedì 3 osserveranno la chiusura pomeridiana. Mercoledì 2, alle ore 11, sarà officiata la celebrazione eucaristica nella cappella dell’Arciconfraternita di San Basilio degli Azzurri. I punti di accoglienza dei visitatori saranno attivati al Gran Camposanto, sia all’entrata principale che in quelle secondarie, dove volontari di associazioni forniranno assistenza ad anziani, diversamente abili e a tutti coloro che avessero difficoltà a raggiungere i luoghi di sepoltura; inoltre sarà operativo un punto informazione all’entrata principale del Gran Camposanto per la ricerca “informatizzata” delle sepolture, a cura dei dipendenti della ditta affidataria della Polizia Mortuaria. E’ previsto poi un servizio di navette messe a disposizione dalle associazioni di volontariato con un bus per i diversamente abili, al Gran Camposanto, a cura della “Misericordia” – San Licandro; un pulmino per diversamente abili all’entrata San Cosimo Alto, dell’ACCIR; ed un bus a favore dei visitatori da parte delle ditte di onoranze funebri “Amante & C. s.n.c. – Barreca Enzo s.r.l. – Barreca Franco – Calderone Felice e Mario – Catanzaro Santino – Caruso Carmelo – Fun. Peloritana di Eloisi- Lisitano Katia – Prinzi – Riggio Roberto – Scavino di Messina Carmelo – Scopelliti”. Sarà inoltre garantito un punto di pronto soccorso, all’entrata del Gran Camposanto, da parte della Misericordia – San Licandro, ed un altro al deposito del Gran Camposanto, con la presenza della Misericordia Messina; mentre le Associazioni MASC Messina 1, UNAC e l’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) garantiranno l’assistenza ai visitatori in tutti gli accessi e all’interno del complesso cimiteriale. Nell’ambito poi della campagna informativa “Al di là…di ogni dubbio” sarà distribuito ai cittadini all’entrata dei cimiteri un questionario di monitoraggio sul gradimento dei servizi cimiteriali del comune di Messina. Si tratta di un’occasione per effettuare segnalazioni e suggerimenti. Per la fruizione culturale del Gran Camposanto è stata organizzata per martedì 1 novembre, alle ore 9.30, ingresso principale, una visita guidata a titolo gratuito ed a scopo culturale mirata alla conoscenza del patrimonio storico-artistico e monumentale del Gran Camposanto, curata dal professore De Pasquale e dall’architetto Altamore. Infine nei pomeriggi di martedì 1 e mercoledì 2 novembre, intorno alle 16.45, sempre al cimitero Monumentale, i trombettisti del XXIV artiglieria della Brigata Aosta eseguiranno “Il silenzio”. L’assessore Ialacqua, nel corso dell’incontro, ha illustrato anche ulteriori iniziative in corso di definizione quali la delibera della Giunta comunale di previsione del “funerale calmierato” sottolineando che: “Si tratta di una proposta al fine di attuare anche a Messina quanto già in vigore in altre città, cioè la previsione di un funerale a costi contenuti per andare incontro ai cittadini in un momento economico così difficile in cui anche le spese funerarie, così come si ricava da indagini campionarie di associazioni consumieristiche, possono pesare in maniera significativa sui bilanci delle famiglie. Per quanto riguarda invece il funerale laico – ha concluso l’Assessore – stiamo predisponendo le regole di utilizzo della sala del Commiato”. E’ stato infine presentato l’iter dello stato dei lavori e delle attività in corso relativo all’ampliamento del cimitero di Santo Stefano Briga; nuovi loculi nei cimiteri di Pezzolo, Granatari e Salice; risistemazione di Campi Comuni; lavori di recupero di muri centenari; scerbatura e manutenzione in tutti i cimiteri; sistemazione delle camere mortuarie; costante riduzione di salme nel deposito cimitero (circa 200 salme); informatizzazione e recente attività gestione informatica delle tumulazioni; completamento delle cabine elettriche (alimentazione obitorio comunale); e le procedure in corso di project financing per i cimiteri di Faro Superiore e Briga; e i lavori relativi alla ristrutturazione del Cenobio, per un importo di 2.300.000 euro, che rientrano nel finanziamento del Masterplan.