Manifestazione antiviolenza a Reggio Calabria, Delfino: “Lottare ogni forma di violenza, sopraffazione e illegalità rappresenta un dovere irrinunciabile”

Riguardo la manifestazione antiviolenza che si terrà domani a Reggio Calabria alcune dichiarazioni del Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino

violenza donne“La manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne, organizzata dal Presidente della Giunta della Regione Calabria, Mario Oliverio in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria, in programma in città il 21 ottobre prossimo, denota che l’agire politico-istituzionale chiaro e omogeneo, affermato dalla Regione Calabria e dal Comune di Reggio Calabria su un tema così importante e delicato, rappresenta una strategia di lotta in grado di dare risposte sicuramente positive.” E’ quanto afferma il Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino. “Lottare ogni forma di violenza, sopraffazione e illegalità – continua Delfino – rappresenta un dovere irrinunciabile delle istituzioni poiché qualsiasi comportamento infarcito di arroganza e di prevaricazioni non fa altro che richiamare alla mente quella aberrante e perversa cultura mafiosa che ha impedito, alla nostra terra, di progredire economicamente, civilmente e socialmente”.  “La violenza subita dalla giovane di Melito Porto Salvo – dichiara ancora Delfino - si configura come un triste e doloroso epilogo proprio di quella perversa e diabolica cultura mafiosa che riesce persino ad annullare i valori della persona e della dignità umana. Dobbiamo fare in modo che su quanto accaduto alla giovane di Melito Porto Salvo non cada il silenzio, ma che si affermi invece un’attenzione istituzionale continua attraverso la nascita e l’affermazione di movimenti e azioni di lotta concreti per evitare che la cultura della prevaricazione possa attecchire ed avere il sopravvento sulla cultura della civiltà, della legalità e della democrazia. Nel ribadire, a nome mio e dell’intero Consiglio Comunale - continua ancora Delfino – la volontà di aderire alla manifestazione di piazza di giovedì 21, invito tutti i cittadini a partecipare poiché un’adesione popolare massiccia se da un lato serve a dare più forza alle istituzioni a lottare la violenza di genere, dall’altro servirà sicuramente alle tante donne che giornalmente e in silenzio vivono e subiscono violenze fisiche e morali a trovare la forza di vincere la paura e denunciare i soprusi subiti perché dall’altra parte non c’è la solitudine, ma ci sono le istituzioni, la magistratura e le forze di polizia pronti a farsene carico. Questo è il messaggio che la manifestazione di venerdì 21 intende lanciare a tutte le donne che hanno subito e subiscono giornalmente vessazioni e abusi. Coinvolgere i centri di ascolto, il volontariato, la chiesa e la scuola rappresenta una prospettiva su cui bisogna puntare molto. La presenza del Ministro Elena Boschi a Reggio Calabria all’indomani della notizia dell’arresto degli aguzzini che per anni hanno soggiogato la giovane di Melito P.S., porta a capire l’attenzione e il sostegno che il Governo nazionale ha inteso dedicare alla Calabria in generale e alla città di Reggio in particolare. Tracciare un percorso di crescita complessiva del nostro territorio guardando anche all’esigenza di preparare le nuove generazioni a diventare cittadini liberi e responsabili facendo loro acquisire la consapevolezza che coniugare con equilibrio la cultura dei diritti con la cultura dei doveri rappresenta un’importante  premessa per stabilire tra i cittadini una civile e operosa convivenza è un obiettivo che la politica e le istituzioni tutte devono necessariamente privilegiare. Su questa strada l’Amministrazione Falcomatà è politicamente impegnata e la manifestazione di domani ne è la prova evidente ” conclude Delfino.