Mafia, esponente di ‘ndrangheta rivela: “Riina incontrò ad Archi Giovanni Tegano”

Totò Riina

Totò Riina

E’in atto una spaccatura tra i clan De Stefano e Tegano. La prova è l’ennesima separazione fra le due famiglie. L’ultima riguarda Orazio De Stefano (fratello del boss Paolo, ucciso nel 1985) e Antonella Benestare (nipote dei Tegano ndr)  che fa seguito a quella tra Paolo Rosario e Irene Utano. Non hanno più quell’alleanza. Una frizione dovuta a qualche omicidio o che riguarda i picciotti del clan”.

Sono le dichiarazioni che un arcota ha rilasciato, al programma “Gli Intoccabili”, condotto da Klaus Davi, sull’emittente calabrese LaC (canale 19 digitale terrestre, www.lactv.it ) e visibile online al link:

“Molti affermano che il capo indiscusso del clan Tegano fosse Giovanni. Io le assicuro che il ruolo più importante era quello Domenico Tegano. C’è un altro fatto storico – prosegue l’ arcota-  Sa perché quella donna fuori dalla Questura urlava ‘uomo di pace’ (Caterina Romeo ndr)? Fu Totò Riina in persona a recarsi ad Archi travestito da sacerdote, e incontrò proprio Giovanni Tegano perché si potesse chiudere la seconda guerra di mafia. Non so dirle esattamente dove ci fu l’incontro, ma fu di certo in una zona lontano da occhi indiscreti.  Chiamarono Riina perché era amico di entrambi gli schieramenti. Fu un mediatore. Per questo fu detto Uomo di pace.”