Maarten van Aalderen a Cosenza per raccontare “Il bello dell’Italia. Il Belpaese visto dai corrispondenti della stampa estera”

foto-3-6Mercoledì 19 ottobre, alle 18, presso il Castello Svevo di Cosenza, si è svolta la presentazione del libro “Il bello dell’Italia. Il Belpaese visto dai corrispondenti della stampa estera”, di Maarten van Aalderen, giornalista olandese, corrispondente del maggiore quotidiano olandese, De Telegraaf, quattro volte presidente della Stampa Estera in Italia.

L’evento nasce da un’idea di Altrama Italia, azienda specializzata nella realizzazione di soluzioni multipiattaforma per la promozione turistica e la valorizzazione dei beni culturali. L’azienda ha realizzato il progetto “ViaggiArt”, un servizio che permette agli utenti di venire a conoscenza dell’offerta turistica, partendo dalla ricerca di luoghi culturali, dotando i comuni italiani e le aziende che operano nel turismo, di un potente strumento di marketing territoriale.

Alla presentazione, coordinata dalla dottoressa Mariana Mariggiò, esperta in comunicazione e global journalism, sono intervenuti, oltre all’autore del libro Maarten van Aalderen, Gian Pietro Calabrò, professore ordinario dell’Università della Calabria, Giancarlo Torri, responsabile commerciale dell’Agenzia Ansa e, il giornalista e scrittore Filippo Veltri. Tra gli ospiti, il Direttore Rai Calabria Demetrio Crucitti che si è dimostrato molto entusiasta dell’iniziativa.

Altrama Italia ha spiegato che: “Ospitare Maarten van Aalderen a Cosenza era il modo migliore per proiettare anche la nostra realtà quotidiana, cittadina e regionale verso il panorama estero, capace di arricchirci e renderci più consapevoli del nostro potenziale. “Il Bello dell’Italia” veicola un messaggio coerente con la nostra storia e il nostro progetto, che si rivolge da vicino a quelle che riteniamo destinazioni turistiche a grande potenziale, ma ancora poco conosciute, quindi bisognose di un pensiero “in grande”, che possa farle crescere”.

Maarten van Aalderen ha ricordato, attraverso la voce dei corrispondenti della stampa estera che, nonostante il momento di profonda crisi, l’Italia e questa Regione hanno tutte le carte in regola per alzare la testa e dimostrare le proprie qualità, proprio come l’Icaro raffigurato nella copertina.

“Il Bello dell’Italia” ci rende consapevoli che, per vincere il negativismo che sovrasta l’ottimismo, dobbiamo prendere coscienza che siamo un popolo dalle mille potenzialità e che siamo invidiati da tanti.

La Calabria ha bisogno di stimoli e, l’immagine positiva che la stampa estera ha delle bellezze italiane, è la base ideale dalla quale ripartire tutti insieme. Viviamo in una terra dove, manca il lavoro, dove ci sono conflitti sociali, con un’economia che, nonostante gli aiuti e gli interventi pubblici, non riesce a scrollarsi di dosso forti pregiudizi e, non riesce a liberarsi dalla morsa della criminalità comune e organizzata, ma non dobbiamo dimenticarci che siamo nati e cresciuti sotto il sole del Mediterraneo e dobbiamo puntare nuovi riflettori sulla nostra storia. La storia di un Paese stanco, ma non sconfitto.