Lotta alla ‘ndrangheta e imprese, maratona di legalità il 27 e 28 a Vibo Valentia

Giornate della trasparenza per il rispetto delle regole e la tutela dei diritti. comune e camera di commercio insieme nella maratona per la legalità

img6Comune e Camera di Commercio di Vibo Valentia, ancora insieme, per promuovere, con una nuova iniziativa, il rispetto delle regole e l’affermazione dei diritti per la tutela dei cittadini e lo sviluppo di imprese e territorio.

Con questi obiettivi, il 27 e il 28 Ottobre p.v. al Valentianum, è stata organizzata #Restart Vibo Valentia–Maratona della legalità, una due giorni di incontri, dibattiti e testimonianze a cui parteciperanno rappresentanti delle istituzioni, del sistema scolastico e imprenditoriale, dell’associazionismo civico e cittadini, chiamati a dare il loro contributo di competenza e di esperienza e a fare rete nel contrasto a ogni forma di illegalità per la crescita della comunità.

Il primo appuntamento, il 27 Ottobre ore 9:30 nell’Auditorium “Scrigno di Vetro”, avrà al centro del dibattito la riaffermazione dei diritti del cittadino e la presentazione dello Sportello Legalità. I lavori saranno introdotti da Elio Costa -Sindaco Vibo Valentia, dal Prefetto Carmelo Casabona  e dal Procuratore della Repubblica Michele Sirgiovanni. Seguirà la testimonianza di Giovanni Cugliari –presidente CNA Vibo Valentia e la Tavola Rotonda sul tema “Il diritto alla Legalità” con la partecipazione di Maria Teresa D’Amato – Presidente Associazione “Le foglie di Dafne”; e dei Dirigenti scolastici Teresa Goffredo – Liceo Scientifico “G. Berto”, Antonello Scalamandrè -Liceo Statale “V. Capialbi”, Raffaele Suppa -Liceo Classico “M. Morelli” di Vibo Valentia.

Modererà l’incontro il giornalista Maurizio Bonanno.

Nella giornata del 28 Ottobre, con inizio alle ore 9:30 nella sala congressi “A. Murmura” della Camera di Commercio, cambia l’angolazione #Legalità, #bigdata, #reti #squadra diventano le parole d’ordine per lo sviluppo del territorio. Proprio intorno a questi temi si confronteranno esperti del mondo imprenditoriale, accademici, rappresentanti istituzionali, autorità civili e militari. I lavori, moderati dall’editore Paolo Pollichieni, saranno introdotti dal Presidente della Camera di Commercio Michele Lico e ancora Elio Costa -Sindaco Vibo Valentia, dal Prefetto Carmelo Casabona  e dal Procuratore della Repubblica Michele Sirgiovanni; proseguiranno con gli interventi tecnici di Donatella Romeo - Segretario Generale dell’Ente camerale e di Riccardo Milani -Università Cattolica del Sacro Cuore e Transcrime, per la presentazione del Rapporto Monitor sui fattori di rischio nel tessuto sociale, economico e imprenditoriale della provincia di Vibo Valentia, realizzato dalla Camera di commercio in collaborazione con Transcrime, Centro di ricerca sul crimine transnazionale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e del suo spin-off Crime&tech. Gli approfondimenti sono affidati alla Tavola Rotonda con Gaetano Calogero Paci –Procuratore aggiunto Reggio Calabria, Ercole Giap Parini – docente dell’Università della Calabria; Andrea Sammarco –Vice Segretario generale Unioncamere, Alessandra Spada – CTO e ricerca di Alkemy Tech. Concluderà il vice governatore della Calabria Antonio Viscomi. Obiettivo della discussione è approfondire le possibilità di riorientare la mission del settore pubblico dando valore alle informazioni presenti e ragionare sugli strumenti in campo per contrastare il fenomeno pervasivo di un sistema mafioso quale la ‘ndrangheta che sta sviluppando sempre più la capacità di fare da cerniera di collegamento tra economia legale ed economia illegale.

“La criminalità – dice il presidente della camera di Commercio Michele Lico- è un costo per la società e un deterrente allo sviluppo; inoltre produce effetti distorsivi della concorrenza, impedendo alle imprese di creare ricchezza e benessere. Con questa iniziativa vogliamo approfondire la conoscenza del fenomeno e rafforzare la rete di relazioni e progetti contro ogni forma di prevaricazione e violenza, per promuovere le buone pratiche di trasparenza, integrità e responsabilità nella sfera politica, nel settore pubblico e in quello imprenditoriale, rendendoci interpreti e protagonisti di un cambiamento etico e culturale nel rispetto di regole civili e democratiche, convinti che la lotta alla criminalità organizzata è possibile solo attraverso una legalità organizzata”.

Il valore della legalità – dice il Sindaco della Città Elio Costa- è un valore di civiltà di cui ciascuno deve sentirsi portatore. Rispetto delle regole, trasparenza, giustizia sono presupposti indispensabili per la civile convivenza e lo sviluppo della comunità, a cui tutti siamo chiamati a concorrere con impegno e responsabilità. Nostro obiettivo prioritario è sensibilizzare alla cultura del rispetto e delle pratiche democratiche non solo con attività di prevenzione e sensibilizzazione ma anche con sostegno concreto a cittadini o imprenditori vessati da soprusi e violenze. Lo sportello della legalità attivato al Valentianum con la Camera di Commercio risponde a questa logica, in quanto intende offrire il suo deciso contributo contro ogni violenza, soprattutto verso donne e bambini, anche avvalendosi della collaborazione dell’Associazione “Le foglie di Dafne” da tempo impegnata in questo specifico settore. E in questa ottica è stata organizzata la prossima maratona della legalità, un fronte unico contro la criminalità per sviluppo e la libertà”.