L’ombra della ‘ndrangheta sulla sagra del pesce stocco di Mammola in Lombardia: manifestazione sospesa

L’ombra della ‘ndrangheta sulla sagra del pesce stocco di Mammola in Lombardia: manifestazione sospesa. I manifesti della sagra sembrerebbero ancora affissi nella cittadina lombarda con i nomi degli organizzatori a cui chiedere informazioni sull’evento: due fratelli pare legati alla malavita calabrese

stoccafissoDoveva andare in scena ieri ed oggi la sagra del pesce stocco di Mammola a Corsico, nel milanese, ma la manifestazione è stata sospesa per presunte infiltrazioni della ‘ndrangheta. I manifesti della sagra sembrerebbero ancora affissi nella cittadina lombarda con i nomi degli organizzatori a cui chiedere informazioni sull’evento: Vincenzo Musitano, marito di Elisabetta Perre, figlia di Giuseppe Perre detto ‘u Maistru, padrino della ’ndrangheta di Platì ed il fratello, Antonio Musitano, con 18 anni trascorsi in carcere per i suoi legami con la cosca Barbaro-Papalia. Il sindaco di Corsico, Errante, prima patrocinia l’evento, poi dopo mille polemiche, sfociate tra l’altro in un caos infernale in consiglio comunale, annulla la festa.