Le reliquie di S. Teresa di Calcutta in Calabria: ecco dove e quando [INFO e DETTAGLI]

Le reliquie di S. Teresa di Calcutta arrivano nelle comunità parrocchiali di Marina di S. Lorenzo e Roghudi, in Calabria

Madre Teresa di CalcuttaLe comunita’ parrocchiali di Marina di S.Lorenzo e Roghudi annunciano con gioia la visita delle Reliquie (ex Capillis) di S. Teresa di Calcutta che e’ stata canonizzata da papa Francesco il 4 settembre scorso, nei giorni 16 e 17 Ottobre 2016. “In questo anno in cui come Arcidiocesi di Reggio Cal-Bova – dichiara il parroco don Giovanni Zampaglionesiamo impegnati a pregare, riflettere e progettare sul tema delle Vocazioni di Speciale Consacrazione ho voluto ( sensibilizzando i due consigli Pastorali) richiamare l’attenzione sulla figura di Madre Teresa, una donna che ha impegnato tutta la sua vita per testimoniare l’AMORE ed e’ stata l’amore di Dio in azione.  Lei sintetizzava cosi’ la sua vita e la sua opera:”So che noi siamo una goccia nell’oceano della miseria e della sofferenza umana, ma se non ci fosse neanche questa goccia , la miseria e le sofferenze umane sarebbero ancora piu’ grandi…”  Madre Teresa ( cosi’ amava farsi chiamare…) , era nata nel 1910 a Skopie in Albania e dopo essere entrata nell’Ordine delle suore di Loreto, dove faceva la maestra, vedendo  l’estrema poverta’ che c’era nei sobborghi di  Calcutta in India, decise nel 1946 di mettersi al servizio dei  piu’ poveri tra i poveri  e cosi’ fondo’ la Congregazione delle Missionarie e dei Missionari della Carita’ che oggi sono sparsi in tutto il mondo. Nel 1979 fu insegnita del premio Nobel per la Pace, e , nel 1986 accolse la visita di S.Giovanni Paolo II in India.  Il papa vedendo come la ” PICCOLA MATITA DI DIO” – cosi’ ella si definiva- accoglieva nelle sue case i moribondi e i disperati, decise di affidare alle sue missionarie  una casa per i bisognosi in Vaticano. Moriva a Calcutta il  5 settembre 1997. Il 19 ottobre 2003  il pontefice polacco la proclamo beata  in piazza S.Pietro davanti a 300 mila persone stabilendo che il giorno della sua memoria  liturgica fosse il  5 settembre”, ha concluso.