L’Associazione Ornicoltori Fata Morgana di Reggio Calabria ha recentemente rinnovato il Consiglio Direttivo

ornicoltoriL’Associazione Ornicoltori Fata Morgana di Reggio Calabria ha recentemente rinnovato il Consiglio Direttivo nell’ottica di un naturale cambiamento che proietti  al futuro, senza dimenticare il passato e le sue tradizioni. L’ A.O.F.M. è un  associazione, senza fini di lucro, fondata nel 1964. Oggi è guidata dal presidente Dott. Bruno Tripodi, dirigente in quiescienza dell’INPS, dal vice presidente Dott. Isidoro Bruzzese, funzionario del Consiglio Regionale Calabria, dal Dott. Giuseppe Barillaro, chirurgo veterinario e direttore sanitario della clinica veterinaria San Giorgio, dal tesoriere  Giovanni Vadalà,  dal segretario Antonio Imbalzano e dai consiglieri Antonio Di Bella e Demetrio Pitasi. Una squadra ben assortita, competente ed aperta ad ogni forma di collaborazione, unica strada percorribile nell’attuale contesto espositivo ornitologico dove anche i social ed altri mezzi tecnologici e di comunicazione hanno ormai ceduto il passo alle obsolete modalità di gestire questo tipo di eventi.  Tra i soci A.O.F.M. figura, tra l’altro, Giuseppe Ielo,  già Presidente della “Fata Morgana”, del Raggruppamento calabro, ed oggi, Consigliere Federale della F.O.I. Federazione Ornicoltori  Italiana Onlus. E’ doveroso rivolgere un ringraziamento a Ielo per il prezioso lavoro sinora svolto, a conferma della crescita e della rappresentatività della “Fata Morgana” raggiunta nel panorama ornitologico nazionale. Il comitato organizzatore si trova ora impegnato ad organizzare i lavori per l’allestimento dell’esposizione ornitologica internazionale “Città di Reggio Calabria”, arrivata quest’anno,  alla nona edizione. Si lavora alacremente all’importante evento internazionale di metà ottobre in collaborazione con tutti i soci AOFM. L’intento è quello di creare i presupposti per  fare il salto di qualità che porti la manifestazione a livelli d’eccellenza e verso traguardi sempre più ambiziosi, come potrebbe essere l’organizzazione di un campionato italiano in Calabria, evento mancante dal lontano 1987. Migliorare la qualità dei servizi è senza dubbio la priorità prefissa, senza per questo, trascurare i numeri (espositori, ingabbio soggetti e visitatori), sempre importanti per poter rientrare dagli ingenti costi da sostenere. All’expo  2016 sono previste grosse novità rispetto al passato. Nelle giornate di apertura al pubblico saranno proposte delle dimostrazioni di falconeria, con esibizioni di volo sia sabato 22 che domenica 23 ottobre.  Una vasta esposizione di piante ornamentali e piante grasse farà da contorno alla ormai consueta varietà di cromie e piumaggi di volatili presenti in mostra. Ed ancora, importantissima, la presenza in mostra scambio di rettili, anfibi, roditori ed altri piccoli animali esotici che delizieranno e susciteranno l’interesse di  grandi e piccini. La presenza degli allevatori del sud Italia sarà certamente numerosa. Tanti  i nomi  degli espositori, dei campioni italiani, internazionali e mondiali provenienti dalla Puglia, Campania, Sicilia ed i calabresi che anche quest’anno si confronteranno tra loro con i loro bellissimi soggetti in gara. All’evento sono attesi anche allevatori del nord Italia e dall’estero, in particolare spagnoli e portoghesi. All’interno del padiglione sarà possibile usufruire di un servizio bar e ristorazione e sono previste iniziative di contorno che faranno vivere, soprattutto ai bambini, una piacevole ed indimenticabile giornata.

Isidoro Bruzzese

ornicoltori-2