“L’antico come materiale del nuovo, l’esempio di Mongiana”. Sabato alle 17:00 a Marina di Gioiosa l’iniziativa del Sidus Club

il-museo-di-mongiana“L’antico come materiale del nuovo” sarà questo il tema dell’incontro promosso dal Sidus Club di Siderno che, nell’ambito delle manifestazioni in programma per il Premio Borghinfiore intende portare all’attenzione di addetti ai lavori e appassionati l’importante lavoro di recupero e valorizzazione del borgo di Mongiana (VV) attraverso la realizzazione del Museo della fabbrica d’armi delle reali ferriere borboniche e con essa l’importanza della valorizzazione dei piccoli centri, custodi di una bellezza che rischia di sparire portando con se testimonianze storiche, artistiche e di tradizioni non più mutuabili. Questo il programma dell’evento che si terra sabato 29 ottobre alle 17:00 presso la sala Egidio Gennaro e che si avvale del patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Marina di Gioiosa Jonica. Dopo i saluti del primo cittadino di Marina di Gioiosa, Domenico Vestito e della Presidente del Sidus Club, Albarosa Dolfin,  si passerà alle relazioni di Ernesta Chianese Coordinatrice del progetto Borghinfiore “Presentazione dei punti della carta della sostenibilità dei Borghi”; Katia Aiello, Vice Presidente Sidus, “Alla riscoperta dell’identità culturale calabrese”; Danilo Franco, esperto di archeologia industriale, “La siderurgia nelle Serre calabresi”; Bruno Iorfida, sindaco di Mongiana, “Mongiana, dal passato il suo futuro”. Concluderà i lavori Gianfranco Marino, giornalista e già Coordinatore Regionale dei Borghi più belli d’Italia.