La Camera di Commercio di Cosenza e l’ANCI Calabria hanno rafforzato la collaborazione istituzionale

ambrogio-e-algieri-dopo-la-firma-del-protocolloIl Protocollo d’Intesa firmato stamani da Klaus Algieri e Marco Ambrogio, rispettivamente presidenti dell’Ente camerale cosentino e della sezione Giovani dell’ANCI Calabria, segue l’accordo siglato pochi mesi fa tra i Comuni italiani, Unioncamere nazionale e Infocamere, con la quale si fissa l’obiettivo di estendere l’utilizzo della piattaforma “impresainungiorno” al maggior numero di Comuni, affinché gli adempimenti svolti dagli imprenditori per l’avvio e l’esercizio della propria attività siano non solo interamente digitali ma anche omogenei e standardizzati. “L’accordo - ha dichiarato il Presidente Algieri – prevede un impegno reciproco per promuovere l’utilizzo dei servizi della piattaforma “impresainungiorno” da parte di quelle Amministrazioni che finora hanno adottato delle differenti soluzioni digitali, al fine di far considerare loro l’opzione di adesione al portale nazionale per uniformare il servizio offerto agli imprenditori del territorio”. L’alleanza siglata in Camera di Commercio nasce sulla base delle funzioni svolte dall’Ente camerale, che prevede tra le proprie finalità istituzionali lo svolgimento di tenuta del Registro delle Imprese, del Repertorio Economico Amministrativo e la promozione della semplificazione delle procedure per l’avvio e lo svolgimento di attività economiche. La riforma dell’Istituto del SUAP ha introdotto l’obbligo della gestione telematica dei procedimenti, lasciando inalterata l’attribuzione al Comune della funzione di Sportello Unico e indicando le modalità con cui questa può essere esercitata in forma singola o associata.  La firma di questo primo accordo in Calabria con una Camera di Commercio ha la funzione di coordinare un’offerta di servizi omogenea, dotata di un elevato standard di contenuti a vantaggio delle imprese. Grazie a questo Protocollo, si conseguirà un complessivo risparmio di spesa per gli Enti coinvolti nella gestione degli adempimenti amministrativi. Attraverso specifici accordi, le parti si sono impegnate a definire congiuntamente i rispettivi ruoli, le modalità d’intervento e le attività più specifiche, oltre a promuovere il Protocollo in tutte le sedi istituzionali in cui viene affrontato il tema della riforma degli Sportelli Unici per le Attività Produttive, compresi i tavoli regionali di coordinamento tra le istituzioni locali. In particolare, si attiveranno specifiche iniziative per promuovere l’utilizzo della piattaforma digitale unica di front office per il SUAP camerale presso i Comuni del territorio provinciale, insieme ad attività di monitoraggio, informazione, promozione e formazione relative al riordino degli Sportelli Unici, per finire all’individuazione di ulteriori contenuti con cui arricchire l’attuale capacità informativa e di servizio del Portale. Il Protocollo potrà essere aperto a tutti gli altri soggetti istituzionali interessati e sostenerne gli obiettivi fondamentali, che hanno ruolo nello svolgimento degli adempimenti SUAP presentati alle imprese.