Il Vicesindaco metropolitano Mauro: “giornata storica contro la violenza e per la tutela dei diritti: Reggio Calabria esempio di civiltà

manifestazione-violenza-donne-7“E’ una giornata storica per Reggio Calabria. Davvero da oggi dobbiamo sentirci ancora più orgogliosi di essere reggini. La prima unione civile tra due persone dello stesso sesso, celebrata a Palazzo San Giorgio dal Sindaco Falcomatà, e la grande manifestazione contro la violenza sulle donne che si è tenuta sul Lungomare: due eventi che attestano la grande voglia di questa città di affermare i suoi diritti e stimolare la coscienza civica di ognuno di noi”. E’ quanto afferma in una nota il vicesindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro. “Ciò che è avvenuto oggi è davvero straordinario - ha aggiunto Mauro - anche perchè davvero nulla era scontato. Marciando insieme agli studenti sul Lungomare abbiamo ribadito, mettendoci la faccia personalmente, la necessità delle istituzioni di stare a fianco ai nostri ragazzi, affermando a chiare lettere il nostro no a qualsiasi forma di violenza perpetrata sulle donne, ancor di più quando nasce nel contesto della mentalità ‘ndranghetista che tanto male ha fatto a questa terra”. “Trovo significativo inoltre - ha aggiunto Mauro – che il Sindaco abbia voluto celebrare la prima delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, possibile grazie al regolamento che il Consiglio comunale ha approvato nei mesi scorsi. E’ stato davvero un passaggio storico. Ed è un modo anche questo per affermare diritti individuali che non tolgono niente a nessuno, anzi tutelano anche dal punto di vista legislativo delle persone che fino a ieri erano costrette a rimanere quasi invisibili, in un limbo normativo che non riconosceva la loro unione. Sono segnali importanti nel percorso di riscatto di questa città, oggi considerata dalle massime istituzioni nazionali come un esempio di grande civiltà e di buona amministrazione. Siamo convinti che la diversità sia una ricchezza – ha concluso Mauro - una ricchezza che come istituzioni abbiamo il dovere di tutelare. Chi oggi ha avuto la fortuna di assistere personalmente a questi due eventi, ha avuto la netta percezione dell’importanza di ciò che sta avvenendo. Reggio ha già da tempo iniziato il suo cammino di riscatto. La strada è quella giusta. Adesso vogliamo percorrerla insieme ai cittadini, a partire dai più giovani che, con entusiasmo, anche oggi ci hanno accompagnato sostenendo a gran voce la necessità di riaffermare diritti che consideriamo fondamentali per ogni essere umano”.