Giro d’Italia 2017, l’assessore Zimbalatti carico d’entusiasmo racconta a StrettoWeb l’esperienza di Milano: “clima stupendo, questo non è solo sport”

Giro d’Italia 2017, intervista all’assessore allo sport del Comune di Reggio Calabria Nino Zimbalatti nel giorno della presentazione della Corsa Rosa nella sua edizione del Centenario

zimbalatti-giro-ditalia-2Oggi l’assessore allo sport del Comune di Reggio Calabria, Nino Zimbalatti, si trova a Milano dove oggi ha partecipato ad una riunione tra l’organizzazione del Giro d’Italia e i rappresentanti istituzionali delle località attraversate dalla Corsa Rosa nell’edizione del centenario (2017). Il Giro d’Italia 2017 arriverà a Reggio Calabria dopo la 5ª tappa Pedara-Messina, e ospiterà la partenza della 6ª tappa nella mattinata di giovedì 11 maggio. Una tappa bellissima, tutta calabrese, con arrivo a Terme Luigiane. La partenza sarà dal Lungomare, precisamente dalla suggestiva Arena “Ciccio Franco”, e prevede una passerella di diversi chilometri fino a Pentimele dov’è previsto il “chilometro zero” che darà il via alle ostilità della tappa, molto suggestiva in provincia con la salita del Sant’Elia a Barritteri.

Ai microfoni di StrettoWeb, l’assessore Zimbalatti spiega entusiasta che “il villaggio del Giro d’Italia sarà allestito il giorno prima, i corridori e il gruppo arriveranno a Reggio nel pomeriggio di mercoledì 10 dopo l’arrivo di Messina. La carovana riempirà i nostri alberghi e tutte le strutture ricettive, parliamo di circa 800 persone che si muovono con la carovana rosa. Nei prossimi mesi definiremo meglio tutti i dettagli, tra cui alcuni progetti con le scuole e per gli studenti a cui andranno dei premi messi in palio dall’organizzazione. Mi ha impressionato positivamente quello che lo sport può significare non soltanto nell’ambito sportivo, ma anche sociale, culturale, economico ed ecologico. Il Giro d’Italia non è solo una manifestazione sportiva, è una manifestazione che riguarda molti settori che possono interessare la vita di una città e portano a coinvolgere milioni e milioni di persone, attivando un circuito di proporzioni inimmaginabili e attirando grande interesse. Sicuramente asfalteremo le strade, anche grazie ad una compartecipazione dei costi a cui contribuirà anche l’organizzazione del Giro d’Italia che deve garantire un fondo stradale molto sicuro non solo per Reggio ma per per l’intero percorso, per tutte  le tappe” (alcuni tratti, come quelli della tappa dell’Etna, sono ad oggi completamente impraticabili e grazie al Giro verrà letteralmente rifatta la strada, ndr).

La scelta di Reggio Calabria, Messina e del Giro d’Italia 2017, con 3 tappe in Sardegna, 2 in Sicilia, 3 tra Calabria e Puglia per un totale di 8 tappe al profondo Sud, smentisce alcuni luoghi comuni sulla corsa rosa: non è vero che i Comuni devono pagare per partecipare (anzi, è stato il Giro a scegliere Messina come arrivo della 5ª tappa con tanto di spettacolare circuito finale in città per omaggiare Nibali, e Reggio per la partenza della 6ª tappa), non è vero che le strade devono essere adeguate (anzi, è il Giro che le sistema).

Dopo l’intervista telefonica, ecco il post di Zimbalatti su facebook con le foto: “Eccezionali partecipazioni alla presentazione del giro dei cento anni .Da Vittorio Adorni laureatosi campione italiano propio a Reggio sul lungomare Falcomata ,ad una delle voci piu qualificate dello sport Marino Bartoletti e buon ultimo solo in termini di enumerazione lo squalo siculo , il nostro eccezionale conterraneo Vincenzo Nibali con cui oggi in questa stupenda occasione ho avuto la possibilità di confrontarmi e di poter rivivere momenti sportivi che rimarranno per sempre nel mio cuore“.