Frasi offensive di Accorinti contro Renzi. Mancuso: “il sindaco di Messina dimentica di essere un uomo delle istituzioni

Accorinti a La7Secondo il Senatore Bruno Mancuso, c’è un aspetto che ancora non è stato posto in evidenza in merito alle poco edificanti dichiarazioni rilasciate “a ruota libera” da Renato Accorinti durante una seguitissima trasmissione radiofonica.  “Il sindaco di Messina è anche sindaco della città-area metropolitana, grazie ad una legge voluta dal Governo nazionale e dal Presidente del Consiglio Renzi, nei cui confronti vengono rivolte frasi offensive. Ciò perché, come è noto, la legge sui sindaci delle città metropolitane votata dall’Ars e che prevedeva inizialmente l’elezione del sindaco metropolitano da parte di un’assemblea dei territori, è stata modificata proprio su input del governo nazionale adeguandola alla legge Del Rio. Inoltre il sindaco della città metropolitana Accorinti ha presentato, nella qualità, un masterplan di interventi in tutto il territorio provinciale che dovrà essere sottoscritto sotto la formula di “patto con la città metropolitana di Messina” da quel capo di governo verso cui ha rivolto affermazioni triviali.  Per cui mi chiedo – conclude Mancuso – se è possibile che il presidente del consiglio Renzi possa venire a Messina e firmare tale accordo con la stessa persona che, dimenticandosi di essere un uomo delle istituzioni, lo ha denigrato, senza che ci sia prima un passaggio ufficiale con cui vengano ritrattate tali offese”.