Reggio Calabria, firmata concessione del PalaCalafiore alla Federazione Italiana Pallacanestro

Firmata concessione del PalaCalafiore alla Federazione Italiana Pallacanestro. L’Assessore allo sport Zimbalatti: “lavoriamo per preservare le strutture cittadine e rilanciare lo sport reggino”

PalapentimeleNuovo decisivo passo in avanti nel percorso di rifunzionalizzazione degli impianti sportivi cittadini. É stato firmato questa mattina presso il Settore Sport del Comune di Reggio Calabria l’atto di concessione con la Federazione Italiana Pallacanestro per la gestione dell’impianto sportivo PalaCalafiore di Pentimele.  Nelle more dell’espletamento delle procedure previste dall’avviso pubblico per la concessione in uso e della gestione pluriennale dell’impianto, il Comune di Reggio Calabria ha provveduto ad affidare temporaneamente l’impianto alla Federazione Italiana Pallacanestro, per lo svolgimento degli allenamenti e delle partite di campionato delle società che praticano la pallacanestro.  Le società di basket potranno dunque utilizzare l’impianto sportivo secondo un calendario orario che sarà concertato direttamente con la Federazione Italiana Pallacanestro e corrisponderanno mensilmente al Comune le tariffe dovute, secondo dei canoni agevolati che consentiranno a tutte le Società di accedere alla struttura fino al termine della stagione sportiva in data 30 giugno 2017.

“Procediamo con questo ulteriore passo in avanti sulla strada della completa rifunzionalizzazione degli impianti sportivi sul territorio comunale – ha dichiarato l’Assessore allo Sport Nino Zimbalatti – la concessione del PalaCalafiore che, oltre alla Viola Basket, ospiterà le partite delle migliori compagini cestistiche della nostra città, è un’ulteriore conferma della volontà dell’Amministrazione di rispondere alle esigenze degli sportivi reggini. Peraltro, l’utilizzo del PalaCalafiore sarà completato mettendo a disposizione la palestra sottostante, non appena la stessa sarà messa a norma, e l’impianto Copri e Scopri, ora utilizzato per il pattinaggio in attesa della riapertura del Parco Caserta, per la pratica di sport erroneamente considerati secondari come la boxe e il pugilato”.

“Purtroppo – ha aggiunto Zimbalatti – scontiamo, nel settore sportivo, un ritardo ultradecennale, al quale stiamo tentando di porre rimedio attraverso un’azione sinergica che passa attraverso la ferma volontà del sindaco Falcomatà di rilanciare lo sport nella nostra città, a partire dalla ristrutturazione di impianti importanti come ad esempio la struttura Scatolone e la Palestra di Archi, sui quali interverremo con i finanziamenti previsti sul Patto per Reggio Calabria, firmato dal Sindaco direttamente con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, o la piscina comunale e le altre strutture finanziate dal Governo attraverso il Coni”.

“In generale – ha concluso Zimbalatti – l’idea dell’Amministrazione è quella di evitare di penalizzare le federazioni e le società sportive, scongiurando quindi le ipotesi di utilizzo degli impianti sportivi per l’accoglienza dei migranti in transito. Su questo, in più occasioni abbiamo sottolineato la necessità di invertire la tendenza e preservare le nostre strutture da destinare allo sport. A meno che non si verifichino particolari condizioni di emergenza assoluta ed imprevista, tenteremo il più possibile di preservare le nostre strutture e di valorizzarle attraverso interventi di ristrutturazione e rigenerazione, per i quali sono già previsti specifici finanziamenti, di modo che possano tornare nella disponibilità dei cittadini il prima possibile”.