Domani manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne a Reggio Calabria, ecco le adesioni

Violenza-donne“Un impegno concreto in favore dei Centri antiviolenza e trasparenza nell’utilizzo dei fondi a loro destinati da parte delle Regioni: e’ questo il messaggio che ActionAid ribadisce in occasione della manifestazione contro la violenza sulle donne, indetta per domani dalla Regione Calabria. “ActionAid – e’ detto in un comunicato – evidenzia come permanga una generale mancanza di trasparenza sull’uso dei fondi stanziati per il biennio 2013-2014 dalla Legge 119/2013, per finanziare interventi e servizi di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne su tutto il territorio italiano. Questo ha contribuito, in parte, a ritardare l’erogazione delle risorse previste a livello nazionale per il 2015/2016 che, secondo recenti dichiarazioni della Ministra Maria Elena Boschi, dovrebbero essere ripartite in ottobre. Nel 2015, ActionAid ha lanciato la piattaforma ‘Donne che contano’, con l’obiettivo di monitorare e rendere facilmente accessibili, tramite open data, infografiche e mappe interattive, le informazioni sull’utilizzo delle risorse pubbliche destinate a contrastare la violenza sulle donne, promuovendo un’azione di trasparenza nell’assegnazione e nella gestione dei fondi. La Calabria ha erogato con estremo ritardo i 435.294,43 euro destinati ai Centri Antiviolenza e alle Case rifugio della Regione: la delibera sul riparto dei fondi risale infatti al luglio 2015, mentre la scadenza era prevista per la fine del 2014. Si segnala, inoltre, che la lista dei Centri attivi sul territorio calabrese non risulta aggiornata poiche’ almeno un Centro operativo di Reggio e’ stato escluso dai finanziamenti fino ad ora erogati. Secondo ActionAid, il contrasto alla violenza di genere si snoda dunque su varie strade: dal rafforzamento dell’azione dei Centri Antiviolenza, attraverso una loro precisa localizzazione sul territorio, una stima dei fondi necessari al loro funzionamento e la pubblicazione da parte delle Regioni dell’utilizzo dei finanziamenti, ad attivita’ destinate a incidere sugli stereotipi di genere fin da bambini”. “Il Movimento ‘Cittadini’ partecipera’, anche questa volta, alla manifestazione di domani contro la violenza di genere. Ci teniamo – afferma, in una dichiarazione, la presidente Paola Roschetti – ad essere presenti ovunque ci sia da denunciare non solo illeciti, mala politica, cattiva gestione territoriale ma anche sostegno per la crescita sociale e civica del territorio. La manifestazione, infatti, prende spunto dal triste episodio della giovane melitese che piu’ volte e’ tornata alla cronaca x la violenza subita. Gia’ espressa, tempo addietro, la nostra vicinanza alla ragazza attraverso un’accorata lettera aperta a nome Movimento per scandire i nostri valori morali ristiani che vogliono concretizzarsi sempre nell’agire, dopo l’enunciare, verso qualunque cittadino che venga calpestato in ogni suo diritto, ancor piu’ se morale e fisico. Saremo sempre disponibili a far da portavoce e ,ribadiamo, ad agire concretamente con i nostri leciti mezzi affinche’ la citta’ in primis ma, perche’ no, ogni territorio che abbisogna siano messi avanti a qualsiasi interesse personale politico sociale”.

“Domani ReggioViolenza-minori, in occasione della manifestazione voluta dal presidente della Regione Mario Oliverio, sara’ la capitale d’Italia contro ogni tipo di violenza di genere che ha effetti devastanti sulla vita e sulla salute delle vittime, con conseguenti e rilevanti costi sociali. Le imprese agricole, accentuando l’aspetto multifunzionale, possono contribuire a consolidare specifici servizi antiviolenza, organizzati su base territoriale, che attuino interventi di prevenzione e misure di contrasto, accrescendo la consapevolezza delle donne in merito ai loro diritti e alle loro potenzialita’”. E’ quanto si afferma in una nota di Coldiretti. “La nostra organizzazione – afferma il presidente regionale Pietro Molinaro – partecipera’ alla giornata con tutta la sua forza propositiva e di testimonianza. Coldiretti e’ impegnata da tempo, e con sempre maggior vigore, anche nel sociale, basti pensare all’impegno nelle scuole, nella tutela e nella protezione del territorio, al lavoro comune con varie associazioni sul fronte della prevenzione e della tutela della salute. Un particolare apporto viene anche da Donne Impresa e Giovani Impresa Coldiretti, che insieme a Campagna Amica hanno programmato una serie di attivita’ di informazione e sensibilizzazione nelle scuole, negli agriturismi, punti vendita e mercati gestiti dagli agricoltori. La giornata di Reggio, raccontera’ il vero volto della nostra regione che non e’ sinonimo di abbandono, ma di relazioni, di persone e iniziative attente al bene comune. La dimostrazione di un mondo aperto e coraggioso da cui la Calabria deve ripartire”. ”L’Amministrazione comunale di Cosenza – e’ detto in un comunicato – sara’ presente in forma ufficiale e solenne alla manifestazione contro la violenza di genere in programma domani a Reggio. Gli uomini della polizia municipale porteranno il Gonfalone della citta’ e a guidare la delegazione municipale in rappresentanza del sindaco sara’ l’assessore Matilde Spadafora Lanzino, accompagnata dall’assessore Loredana Pastore, dalla presidente della Commissione consiliare Cultura Alessandra De Rosa, dalla dirigente Giuliana Misasi”. “La citta’ di Cosenza – afferma il sindaco Occhiuto, impossibilitato a partecipare personalmente per impegni istituzionali – arrivera’ a Reggio con il carico della purtroppo annosa esperienza di dolore maturata fin dal 1988 con la tragedia di Roberta e poi in anni successivi segnati da altre storie di violenza. Ma la nostra citta’ porta con se’ anche un patrimonio di capacita’ di rinascita, testimoniata da azioni concrete realizzate all’insegna dell’altruismo e della generosita’. Sono certo che la giornata sara’ memorabile e di esempio soprattutto per le nostre giovani generazioni”.