De Raho: “non risultano al momento frizioni fra De Stefano e Tegano”

LaPresse/Adriana Sapone

LaPresse/Adriana Sapone

‘La Calabria, in particolare la provincia di Reggio Calabria è il luogo dove ha sede “La Provincia”, “Il Crimine”, questo organismo di vertice della ‘Ndrangheta. Le nostre indagini evidenziano come cosche della jonica operino in collaborazione con quelle della tirrenica e con uomini delle varie cosche della città di Reggio Calabria. Oggi gli affari li fanno assieme, una guerra fra cosche non è pensabile. La ‘Ndrangheta è forte perché ha avuto l’intelligenza di pensare al profitto ancor prima della strategia di alleanze. È quanto ha dichiarato dal Procuratore Capo di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho, intervistato da Klaus Davi durante la prima puntata de “Gli Intoccabili”, programma prodotto dall’emittente calabrese LaC (canale 19 del digitale terrestre, www.lactv.it), disponibile in versione integrale al link.

Al procuratore è stato chiesto di commentare le dichiarazioni di un esponente della ‘Ndrangheta di Archi che parlava di spaccatura fra De Stefano e Tegano del quale sarebbero indicativi – tra gli altri segnali –  il divorzio fra Paolo Rosario De Stefano e Irene Utano e fra Orazio De Stefano e Antonietta Benestare. “ Dai quadri indiziari raccolti mi pare ci sia una pacificazione generale. – aggiunge De Raho –  D’altro canto non potrebbe essere diversamente, perché qualunque loro movimento richiamerebbe ancor più l’attenzione dello Stato e finirebbe per creare un contrasto ancora maggiore di quello che si è avuto fino a oggi”.