Crotone: uccide la madre soffocandola, arrestata ventiduenne

Crotone: arrestata la ragazza ventiduenne che nel primo pomeriggio di ieri aveva ucciso la propria madre, soffocandola

carabinieriÈ stata arrestata in tarda serata la ragazza ventiduenne che nel primo pomeriggio di ieri aveva ucciso la propria madre, soffocandola. Al termine di un interrogatorio condotto, alla presenza dei suoi avvocati, presso la caserma del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, Federica Manica è stata ritenuta responsabile di omicidio volontario della madre Giovanna Salerno, di 48 anni. Manica è ora ricoverata presso il reparto di psichiatria dell’ospedale ‘S. Giovanni di Dio’ di Crotone, dove si trova piantonata in attesa dell’udienza di convalida. Il delitto era stato commesso all’interno dell’abitazione occupata dalla vittima, dal marito pensionato e proprio dalla loro figlia. I carabinieri, immediatamente intervenuti dopo essere stati allertati da una chiamata giunta sul 112, avevano trovato il corpo senza vita della vittima riverso sul letto della camera matrimoniale, con accanto un sacchetto di plastica. Ancora aperti gli accertamenti su dinamica e movente, nell’ambito delle indagini condotte dai militari e dirette dal pubblico ministero Luisiana Di Vittorio, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Crotone. Nelle prossime ore la salma sarà invece sottoposta a esame autoptico, per chiarire ulteriori aspetti della vicenda.