Cranio di Villella, al processo di Catanzaro spunta un altro pretendente

cranio-di-villellaColpo a sorpresa nel processo per l’”assegnazione” del cranio del calabrese Giuseppe Villella, custodito attualmente nel museo Cesare Lombroso di Torino e conteso tra il museo stesso e il Comune di Motta Santa Lucia, paese natale di Villella. Oggi, invece, si è fatto vivo un nuovo pretendente: una signora di 90 anni che, tramite il proprio avvocato, ha dichiarato di essere la diretta discendente dell’uomo morto nel 1864 nelle carceri lombarde. Secondo il legale dell’anziana discendente, è alla parente di Villella che dovrebbero tornare i resti dell’uomo e non al Comune di Motta Santa Lucia. Il giudice si e’ riservato di decidere e ha rinviato l’udienza a nuova data.