“Condivisa” e “Ammazzateci Tutti”: “pieno sostegno al pm Manzini e ai carabinieri attaccati in aula dal boss”

'ndrangheta“Esprimiamo la nostra vicinanza e il nostro sostegno al Pubblico Ministero Dott.ssa Marisa Manzini e ai Carabinieri, che durante l’ultima udienza del processo “Black money” hanno subito gravi attacchi da parte del boss Pantaleone Mancuso, che non ha esitato di intimare a voce alta al PM di stare zitta”. Lo dichiarano in una nota Lia Staropoli, Presidente dell’Associazione “ConDivisa” e ed Aldo Pecora presidente del Movimento Antimafia “Ammazzateci Tutti”, facendo riferimento alle parole espresse da Pantaleone Mancuso, capo dell’omonima ‘ndrina di Limbadi in aula, nel corso della recente udienza del procedimento scaturito dall’Operazione “Black money”, il quale ha accusato il PM Dott.ssa Manzini e i Carabinieri di essere la causa del suicidio della moglie Tita Buccafusca, intimando a voce alta al PM di stare zitta.  “Nella nostra regione – sottolinea concludendo la nota personalmente la Staropoli – , ed in particolare in questo territorio di Limbadi in cui anche io risiedo, i cittadini onesti possono contare sugli uomini e sulle donne delle Forze dell’Ordine e su Magistrati come la Dott.ssa Manzini. Non consentiremo a nessuno di tentare di intimidirli o delegittimarli, dentro e fuori le aule dei Tribunali”.