Catanzaro, Usb: “gli stipendi dei lavoratori sono solo un optional”

Usb“Siamo alle solite…. Lavoratori vessati e stanchi di un sistema lavorativo privato, che produce quotidianamente agli stessi solo veleni ed un status di oppressione. I lavoratori dell’Azienda Istituto di Vigilanza Privata s.r.l sita in via Molè, non sono più disponibili a sopportare le vessazioni di chi pensa che la retribuzione sia davvero un otional. Nell’azienda di vigilanza, infatti, vi sono lavoratori con famiglia a carico, che spendono anche la benzina per arrivare nel proprio posto di lavoro, con prestiti, mutui, ecc… che oggi sono sull’orlo del precipizio, poiché da molti mesi non percepiscono più gli stipendi. La colpa è certamente da attribuire ad una dirigenza che, tra l’altro, si rifiuta di aprire un tavolo di discussione per capire come uscire fuori da questo impasse, ma tutto non sarebbe stato possibile senza il solito complice atteggiamento delle altre organizzazioni sindacali. L’Unione Sindacale di Base – USB – chiamata dai lavoratori ad agire, assieme agli stessi ha già intrapreso le prime iniziative volta a tutelare il diritto alla giusta retribuzione sinora calpestato. La risposta della dirigenza è stata sinora negativa, ma la USB, che domani ha chiamato a raccolta i lavoratori di tutti i settore in una sciopero generale, dichiarerà lo stato di agitazione e costruirà, assieme ai lavoratori della vigilanza, un percorso di lotta con iniziative mirate ad ottenere il risultato voluto“.  E’ quanto scrive in una nota la Federazione provinciale USB Catanzaro-Lamezia.