Caligiuri: “in Calabria non si è radicata l’idea che i problemi dei disabili sono dell’intera collettività”

disabili7“In tema di disabilità, di non autosufficienza nel nostro Paese, a fronte di una legislazione spesso pregevole o, comunque apprezzabile, molto spesso le concrete condizioni di vita delle persone con consistenti handicap, sono al limite dell’accettabilità, tanto che da tempo si è arrivati a chiedersi se lo Stato di diritto, esiste davvero per le persone disabili. E, chiaramente lo stesso sto riscontrando in Calabria, dove non si è radicata l’idea che i problemi dei disabili sono problemi dell’intera collettività e, si fa anzi fatica ad accettare il sacrosanto diritto delle persone disabili ad essere parte naturale della società, i cui diritti, sono “i diritti di tutte le persone”. L’intervento sulla disabilità è prioritario. Per questa ragione, in qualità di Responsabile del Dipartimento Diritti Umani e Libertà Civili di Forza Italia in Calabria, torno sulla annosa vicenda del bando “Case accessibili”, per sollecitare il Presidente della Regione Mario Oliverio e, l’Assessore preposto al ramo Federica Roccisano, l’erogazione immediata del restante venti per cento, in riferimento al bando FESR 2007-2013, riguardante interventi di eliminazione delle barriere architettoniche e domotica nelle abitazioni private dei soggetti diversamente abili. Per la verità, pensavo di gran lunga risolta tale vicenda, forte soprattutto del fatto, che in seguito ad una interrogazione, proposta dal capo-gruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Alessandro Nicolò, era seguita una risposta, che assicurava l’erogazione della somma pari ad E. 801.655,90 entro marzo 2016, che veniva fatta gravare tra l’altro, nel PAC 2007-2013. Siamo a fine anno 2016, e i soggetti beneficiari non hanno percepito nulla, inutile ribadire il rammarico e la delusione, considerata la loro precaria condizione economica, oltre che socio-assistenziale. Inutile ribadire, che ho insistentemente cercato un incontro con il Dirigente del Dipartimento, per cercare di trovare una soluzione, ma ho cercato invano. L’eliminazione delle barriere architettoniche e l’installazione delle dotazioni di mobilità, oltre a rappresentare una battaglia di civiltà, costituisce un dovere per le Istituzioni chiamate a garantire i diritti delle “persone diversamente abili”. Invito, quindi, l’assessore Roccisano, a voler procedere con solerzia all’erogazione delle somme già stanziate. Si trattano di somme anticipate, da persone con diversa abilità, necessarie per alleviare le loro troppe ed incomprese criticità”. E’ quanto scrive in una nota Maria Josè Caligiuri, responsabile regionale Dipartimento Diritti Umani e Libertà Civili di Forza Italia in Calabria.