Basket, Giovanni Barilà new entry nei quadri societari della Vis Reggio Calabria

luigi-di-bernardo-e-giovanni-barilaIn un’ottica di crescita costante e continua, la Vis Reggio Calabria amplia il proprio organigramma societario con una figura di spessore sia dal punto di vista professionale che cestistico. Si tratta di Giovanni Barilà, stimato professionista, consulente del lavoro e grande appassionato di basket, con trascorsi agonistici in diverse squadre reggine (tuttora milita fra le fila dell’Evergreen).

Fra i motivi che l’hanno spinto a intraprendere questa nuova esperienza l’amicizia ultradecennale col direttore generale della Vis Luigi Di Bernardo, ma non solo. “Conosco bene il progetto della società bianco/amaranto – queste le prime parole di Barilà da uomo Vis. Un progetto decisamente ambizioso con un palazzetto in gestione e tante idee innovative in cantiere. Mi piace la pallacanestro, mi piace viverla quotidianamente e soprattutto mi piace vedere una società che ha deciso di puntare forte sullo sviluppo del settore giovanile. Sono pronto a riversare tanta passione in questa nuova avventura, mettendo a disposizione della Vis tutte le mie competenze e le conoscenze acquisite nel mondo del basket”.

Rilancio del PalaBotteghelle, sviluppo del settore giovanile, serie B. Sono questi gli argomenti “caldi” al centro delle idee di Barilà. “Avere un palasport in gestione è una cosa fondamentale. Vogliamo fare del PalaBotteghelle un luogo di aggregazione, una piccola cittadella dello sport. Già adesso la struttura, per via dei recenti interventi, ha un bell’aspetto. In futuro ci saranno ulteriori migliorie, con il completamento delle tribune e altro ancora. Stiamo sviluppando un settore giovanile importante, con l’obiettivo di sfornare baby talenti dal nostro vivaio da poter lanciare un giorno in serie B. Il salto di categoria va programmato e deve andare di pari passo con la crescita del palazzetto”.

Luigi Di Bernardo è entusiasta del nuovo ingresso nella famiglia Vis. “Giovanni è nel mondo della pallacanestro da tanti anni – afferma il dg del sodalizio bianco/amaranto. Porterà nuova linfa in società, nuove idee, nuova programmazione. Ci darà un’organizzazione societaria tale da poter gestire palazzetto, prima squadra e settore giovanile come un’azienda”.