Arrestato nel messinese 35enne per atti persecutori ed estorsione

Nel messinese, i Carabinieri di Patti, hanno arrestato nel messinese un 35enne per atti persecutori ed estorsione

foto-cc-patti-1

i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Patti il 19 ottobre 2016 arrestavano il 35enne libanese YAGHI Ahmed, gravato da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Patti, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per atti persecutori ed estorsione.

Il provvedimento scaturisce da un attività investigativa della Compagnia di Patti, da cui emergeva che il predetto, per diversi mesi aveva posto in essere insistenti minacce e violenze psicologiche nei confronti di una donna, al fine di ottenere continue somme di denaro.

In particolare l’uomo era riuscito a sottrarre alla donna circa 9000 euro in tre mesi, minacciandola personalmente e vessandola con continui sms.

Rintracciato presso l’abitazione di S. Piero Patti, anche YAGHI Ahmed è stato condotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.