Aeroporto dello Stretto, Dieni: “lo scalo non deve chiudere neanche per un giorno”

aeroporto-dello-stretto“Gli azionisti della Sogas, dopo anni di gestione dissennata e irresponsabile, non hanno neppure avuto il coraggio di presentarsi al capezzale della societa’ di gestione dell’aeroporto di Reggio, ormai sul punto di esalare l’ultimo respiro”, scrive in una nota la deputata del M5S Federica Dieni.Stamattina – prosegue- benche’ invitati a presenziare dal liquidatore Bernardo Femia, non si sono presentati all’ultima udienza davanti al Tribunale fallimentare. Un atteggiamento che rispecchia bene il modo in cui Sogas e’ stata gestita negli ultimi anni”. “Domani avverra’ l’apertura delle buste con le offerte relative al bando Enac, da cui emergera’ la nuova societa’ che sara’ chiamata a gestire l’aeroporto per i prossimi 30 anni. Il futuro e’ preoccupante, visto che in pole position c’e’ la Sacal, il cui management fa a gara con quello di Sogas quanto a incapacita’ e inaffidabilita’; ma a preoccupare e’ soprattutto il presente, dal momento che non ci sono fondi per garantire il funzionamento dell’aeroporto dello Stretto fino al definitivo passaggio di consegne. Malgrado l’impegno garantito da tutti soci - aggiunge- lo scalo non ha ancora ricevuto i finanziamenti necessari per assicurare l’esercizio provvisorio e, dunque, un servizio vitale per tutta la provincia di Reggio e di Messina. La chiusura temporanea dell’aeroporto, in attesa dell’arrivo della nuova societa’, avrebbe effetti devastanti e rappresenterebbe una inaccettabile negazione del diritto alla mobilita’ di tutti i cittadini”. “Ecco perche’ – conclude- gli azionisti hanno il dovere morale di fare tutto il possibile affinche’ il ‘Tito Minniti’ non chiuda i battenti neppure per un giorno. Il governatore Oliverio, il presidente della Provincia Raffa e il sindaco metropolitano Falcomata’ devono dimostrare di possedere la decenza che e’ mancata in tutto questo tempo: solo cosi’ si potrebbe evitare il funerale di uno scalo il cui futuro, in ogni caso, e’ sempre piu’ incerto”.