A Reggio Calabria un workshop sull’approccio umanistico esistenziale nelle quattro dimensioni fondamentali dell’esistenza umana

1L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha calcolato che una persona su quattro soffrirà nel corso della sua vita di disturbi mentali e problematiche psicologiche. Il settore della salute mentale appare così un settore strategico dove i professionisti devono essere capaci di misurarsi in tutte le situazioni cliniche di sofferenza psichica. Devono inoltre avere competenze per intervenire nella sofferenza psichica legata alle malattie croniche e degenerative che sempre più richiedono un approccio multidisciplinare.

Data la complessità delle situazioni di disagio psicologico, è fondamentale che gli psicoterapeuti adottino un approccio multidimensionale, originale  e non dogmatico alla sofferenza umana e psichica, fondato sulla relazione terapeutica e sulle tematiche esistenziali che permeano ogni essere umano.

Il modello umanistico-esistenziale IPUE, sviluppato a Roma dal Prof. De Marchi, accoglie la complessità di tali questioni e tramite la scuola di specializzazione mira a formare professionisti delle relazioni di aiuto che sappiano intervenire in contesti clinici diversi.

Nel 2007 la Scuola ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca con Decreto 12.10.2007 e ha potuto così aprire la prima sede in Calabria (Marinella di Bruzzano presso la Clinica Villa Salus e a Reggio Calabria). Nel 2011 la seconda sede a Roma, che oggi è la sede principale diretta dalla Dr.ssa Antonella Filastro con Garante Scientifico Prof. Massimo Biondi, Ordinario di Psichiatria Università Di Roma ‘‘Sapienza’’.

Il workshop del 21 ottobre 2016 mira a far conoscere il modello a tutti i professionisti interessati al modello umanistico-esistenziale. Nello specifico, il workshop si terrà a Reggio Calabria presso la sede di Exodus Calabria in Vico Leone 27/D dalle ore 9.30 alle ore 13.30, e sarà condotto dalla dott.ssa A. Filastro, Direttore della Scuola, e dal dott. V. Lenzo, docente IPUE.