A Reggio Calabria un matrimonio tutto al femminile: storico passo di civiltà in riva allo Stretto

Matrimonio tutto rosa e nel segno dei diritti delle donne quello che si è svolto ieri a Reggio Calabria

matrimonio-fatima-e-bernadette-1Si è fatta attendere ieri mattina Fatima, che a causa del traffico ha raggiunto la sua compagna con un po’ più di ritardo del previsto. Ad attenderla come da tradizione, Bernadette, che indossava un bellissimo completo nero ed era accompagnata dalla madre. Visibilmente emozionata si è detta molto preoccupata per il ritardo della sposa, che in un bellissimo completo vintage di seta color avorio, indossato in passato proprio dalla madre di quest’ultima per il suo matrimonio, ha poi raggiunto Palazzo San Giorgio accompagnata da un amico. Molti gli amici e familiari presenti, tra i quali il presidente nazionale e regionale della comunità Arcigay Lucio Dattola; grande assente invece la madre della sposa, notizia che ha colto molto di sorpresa Bernardette che ha detto “Mi dispiace tantissimo che non ci sia la madre di Fatima, non era previsto, anche i nostri padri non saranno presenti”.

matrimonio-fatima-e-bernadette-7Nonostante ciò le due giovani reggine erano raggianti, sorridenti e tra amici e curiosi emozionati hanno finalmente pronunciato il loro “sì”con tanto di bacio di rito. Bouquet di rose sul tavolo, applausi dei presenti, qualche lacrima e tanti sorrisi per queste due ragazze che con coraggio ma soprattutto amore hanno deciso di cominciare un nuovo percorso di vita insieme, scambiandosi reciprocamente gli anelli, segno di fedeltà. Si tratta della prima unione civile giuridicamente riconosciuta nella città di Reggio Calabria, un grande passo di civiltà per la città e per tutti i cittadini, come ha detto lo stesso Sindaco Falcomatà, l’unione di oggi “è l’affermazione di un diritto d’uguaglianza, l’affermazione del fatto che le differenze sono ricchezza, l’affermazione che si tratta di affermare diritti che non lasciano indietro nessuno e soprattutto non sottraggono nessuna libertà a nessun altro ma non fanno che aggiungerne di libertà, quindi come amministrazione comunale siamo orgogliosi di questo”. 

matrimonio-fatima-e-bernadette-5Un evento, quello di ieri mattina, di cui essere veramente fieri e che vede riconosciuti i diritti ad una coppia che già in passato a causa di problemi di salute li aveva visti negati. Con l’unione di oggi infatti, Fatima e Bernadette vedono riconosciuta non solo la loro coppia ma anche tutta una serie di diritti che permetterà loro di prendersi cura l’una dell’altra grazie alla legge Cirinnà approvata a maggio.  Le due giovani, che hanno riempito d’amore la sala dei lampadari di palazzo San Giorgio, hanno poi festeggiato il lieto evento ieri sera con amici e familiari, facendo assaggiare loro le tante prelibatezze preparate insieme nel pomeriggio.

La comunità reggina può vantare da la formazione di una nuova famiglia, che ha già ricevuto gli auguri delle alte cariche dello Stato presenti proprio ieri in città per quella che è stata una grande manifestazione in difesa dei diritti delle donne e dei più deboli. Le giovani sposine unite da un’unico e solo sentimento l’amore, diritto inviolabile di ogni uomo che non ha religione, etnia, genere o razza e che universalmente accomuna tutti noi, sperano inoltre di allargare la famiglia, nostro e loro l’augurio che anche in tema d’adozione la nostra società possa compiere passi in avanti sia per le tante coppie etero che per quelle omosessuali. 

Ecco le foto e i video: