A Reggio Calabria la sessantaseiesima giornata nazionale dell’ANMIL

anmilLo scorso 9 ottobre si era tenuta nella sala convegni del Palazzo Corrado Alvaro la sessantaseiesima giornata nazionale dell’ANMIL, “organizzata in contemporanea da tutte le sedi italiane, che ha visto protagonista per la nostra regione la città di Reggio Calabria.  Tale giornata, ricordata anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella come momento di alto confronto per prospettare e costruire percorsi virtuosi per il lavoro, la sicurezza e la tutela dei lavoratori, è stata celebrata al Palazzo Alvaro alla presenza di autorità regionali, prefettizie, sindacali, associative e comunali, ossia di quei sindaci rappresentanti dei diversi comuni della provincia. Motivo di rammarico e dispiacere è stato invece il constatare l’assenza di esponenti dell’amministrazione comunale reggina, soprattutto del Sindaco Giuseppe Falcomatà, ufficialmente invitato e a cui era stata preparata una targa per l’occasione, poi inviata assieme ad una lettera dal Presidente ANMIL di Reggio Calabria, Francesco Costantino.  La volontà, da parte del Presidente e dell’Associazione intera era di incontrarsi e di affrontare quei temi più cari all’ANMIL, soprattutto alla sezione territoriale, quali quelli della disabilità, del Welfare, della sicurezza dei cantieri nella città di Reggio Calabria e dell’abbattimento delle barriere architettoniche, tanto per citarne alcuni. Argomento tra i più cari all’Associazione, che avrebbe voluto farne oggetto di discussione, la collocazione del monumento ai caduti sul lavoro, per il quale numerose istanze sono state avanzate, non per ottenere contributi per la sua realizzazione, ma unicamente per l’individuazione da parte del comune dello spazio ove collocarlo. L’invito non ha sortito l’esito sperato, né da parte del Sindaco né di un qualsiasi rappresentante dell’Amministrazione. Anche la lettera inviata nei giorni successivi – scritta non per scatenare una polemica al riguardo, ma per manifestare il dispiacere del Presidente e dell’Associazione per la mancata occasione di dialogo – non ha ricevuto alcuna risposta. Continuando comunque a confidare nel fatto che l’assenza in quella specifica giornata e le mancate risposte siano solo un fatto episodico, il Presidente ANMIL Reggio Calabria spera in un non troppo lontano incontro e confronto sui suddetti temi, la cui centralità e importanza non dovrebbe essere mai messa in discussione”.