A Reggio Calabria il corso di Calabro Greco dedicato a Franco Mosino

A Reggio Calabria si è svolta presso l’Accademia del Tempo Libero la prima delle 25 lezioni base del Greco di Calabria

alfabeto GrecoIl Calabro Greco. Si è svolta questo mercoledì la prima delle venticinque lezioni che si svolgeranno a Reggio, curate dal Circolo “Apodiafazzi” di Bova e ospitate al “Zenotti Bianco” presso l’Accademia del Tempo Libero sono cominciate. Il corso base di primo livello voluto dalla due organizzazioni agisce in supplenza delle carenti politiche locali nei confronti della tutela delle minoranze linguistiche nazionali.

“Abbiamo dedicato questo corso alla memoria del compianto intellettuale filelleno Franco Mosino, reggino già candidato Premio Nobel per la Letteratura che tanto ha fatto per la salvaguardia e valorizzazione del Greco di Calabria – spiega Carmelo Nucera, presidente del Circolo – Il corso è gratuito per tutti gli studenti delle scuole, perché è giusto che sia così. Noi vogliamo una lingua parlata a cui dare nuova vita, non l’ennesimo rimpianto della nostra amata terra e per far ciò servono giovani, i quali vanno agevolati”.

Si parla di rimpianto perché, come detto dallo studioso Filippo Violi, una delle tre varianti di Greco Calabro, quella di Roccaforte, è ormai già persa per sempre, vittima della italianizzazione forzata cominciata sotto il fascismo e protrattasi sino agli anni Ottanta attraverso razzismo linguistico contro i “grecanici”, colpevoli di tramandare una lingua anticha tacciata di dialetto anacronistico.

“Questo greco è sopravvissuto a terremoti, incendi, guerre – diceva Franco Mosino sino a poco prima della sua morte – Dipende da noi se lo vogliamo tramandare ai nostri bambini e penso che lo tramanderemo”.

A tal proposito si ricorda come giovedì 3 novembre alle 16:45 presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio, l’Associazione “Famiglia Ventura”, assieme al Circolo Calcidese ed Apodiafazzi, l’Associazione “Amici del Museo”, il Sodalizio Glottologico Milanese e molte altre organizzazioni, svolgerà una conferenza in memoria di Franco Mosino, presentando per l’occasione il mezzobusto del Professore, realizzato dal maestro scultore Fortunato Violi.

--