A Reggio Calabria il convegno dal titolo “test genetici e nuove speranze in molte malattie quali il cancro e le sindromi neurodegenerative. Luci e ombre”

regione calabriaL’AMMI (Associazione Mogli Medici Italiani) ha organizzato nei giorni 7/8 ottobre p.v. (con inizio lavori giorno 7/10 ore 17,00) presso la Sala Giuditta Levato del Consiglio Regionale della Calabria, il XXIII Seminario Nazionale avente come titolo “Test genetici e nuove speranze in molte malattie quali il cancro e le sindromi neurodegenerative. Luci e ombre”. Il Seminario vedrà la presenza di numerose autorità locali che hanno concesso il patrocinio (Consiglio Regionale Calabria, Comune di Reggio Calabria, Provincia di Reggio Calabria, Confindustria, Ordine dei medici, Università Magna Grecia CZ, ATAM, Rotary Club RC), della Presidente Nazionale dott.ssa Lia Lippi Olivieri, dell’intero Consiglio Direttivo Nazionale e di numerosissime socie AMMI provenienti da tutta Italia. Al Seminario parteciperanno come relatori illustri accademici e la lettura magistrale verrà svolta dal prof. Dott.Marcello Ciaccio, Direttore Dipartimento di biopatologia e biotecnologie mediche e forensi della Facoltà di medicina e chirugia del’Università degli Studi di Palermo, Presidente S.I.Bioc.C. Medicina di Laboratorio (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica),seguiranno gli interventi del prof. Giuseppe Viglietto,ordinario di patologia generale dell’Università Magna Grecia di CZ,del prof. Salvatore Cuzzocrea, professore ordinario di farmacologia – Prorettore alla ricerca Università di Messina, del dott. Carmelo Laganà, direttore Dipartimento Genetica medica Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino di Reggio Calabria. Interverranno: il Presidente dell’Ordine dei medici, dott. Pasquale Veneziano e il Rettore dell’Università Magna Grecia di CZ dott.prof. Aldo Quattrone. Moderatori saranno: la dott.ssa Anna Briante, giornalista e il dott. Giuseppe Zampogna, vicepresidente Ordine dei medici RC. Nella serata inaugurale del Seminario verrà consegnato il Premio Nazionale “Medicina e farmacologia di genere” ad una giovane ricercatrice. Ai medici partecipanti al Seminario verranno rilasciati 8 crediti formativi ECM  “Rischio chimico”.