Violenze su minorenne a Melito, fiaccolata di solidarietà a Roghudi

violenza sessuale“L’amministrazione comunale di Roghudi aderisce senza alcun indugio e con convinzione alla FIACCOLATA di solidarietà verso la giovane melitese, vittima dei gravissimi fatti recentemente appurati dall’arma dei carabinieri e dalla magistratura attraverso un encomiabile e puntuale lavoro investigativo.   Esprimiamo un forte plauso anche alle associazioni culturali impegnate contro ogni forma di violenza e sopraffazione soprattutto per il massaggio di solidarietà tempestivamente organizzato e rivolto alla giovane vittima ed alla sua famiglia in un momento certamente drammatico. Fra queste vi è certamente “Libera” che ha immediatamente contribuito a sollecitare un risveglio della coscienza civica nel nostro territorio”. Lo afferma in una nota Pierpaolo Zavettieri, Sindaco di Roghudi.

“L’augurio però è che questo risveglio rispetto al quale oggi le istituzioni si limitano ad inseguire il mondo dell’associazionismo senza scopo di lucro, domani sia recitato a parti invertite e veda le pubbliche amministrazioni alla guida di ogni processo di riscatto sociale, non foss’altro perché  deputate ex legge ad intervenire su fenomeni di disagio giovanile, violenza ordinaria e di genere e in azioni concrete di politiche sociali e per la tutela del cittadino. Infine per il principio recentemente enunciato dal garante per i diritti dei Minori “Chi non si attiva è complice” noi come amministrazione già il 27 agosto prima che si accendessero i riflettori su Melito Porto Salvo (e quindi in tempi non sospetti!) avevamo, nell’ambito di un  dibattito estivo sul disagio giovanile, annunciato la realizzazione di un tavolo tecnico (entro la fine di settembre) incentrato sulla suddetta tematica, sulla microcriminalità  e sulla violenza rivolta ai soggetti più deboli che punterà al coinvolgimento pieno delle famiglie ed alla individuazione di soluzioni concrete fra le quali il tempo pieno scolastico”.