“Vietati foto e video ai parlamentari in aula”: ecco l’ultima bufala che spopola sul web

“Vietato fare foto e video ai parlamentari in aula”, ecco la bufala che spopola sul web

parlamentariVietato fare foto e riprese sui parlamentari che giocano o che dormono in aula“, è questa l’ultima bufala che sta spopolando sul web e che ha ingannato diverse testate giornalistiche nazionali. Secondo quanto riportati da alcuni articoli, infatti, sarebbe entro in vigore un codice che vieterebbe di fare foto e video quando i parlamentari sono alle riprese con comunicazioni telefoniche o mentre dormono o quando i parlamentari sono intenti a giocare o a fare ricerche su Google. Addirittura, secondo quanto riportato, sarebbe prevista una punizione per chi non rispetta le regole. In realtà, quanto riportato è falso. Infatti, una nota dell’Ufficio Stampa della Camera dei deputati spiega che non vi è nessuna normativa che disciplini l’attività dei giornalisti all’interno dell’Aula di Montecitorio. Il codice che regola la condotta dei fotografi e dei cineoperatori è ancora disciplinata dalla normativa del 2011. Questo codice, è stato solo ri-sottoposto ai soggetti interessati durante l’introduzione di una nuova modalità di accredito via internet per l’accesso alle tribune dell’aula. Fortunatamente, non è stato posto nessun tipo di bavaglio all’attività giornalistica che tranquillamente potranno svolgere il loro lavoro.