Vibo Valentia, 19enne ucciso per errore: il Gip archivia il caso, il padre protesta

processoSi è incatenenato dinanzi al vecchio palazzo di giustizia di Catanzaro Martino Ceravolo, padre di Filippo, il 19enne di Soriano Calabro, nel vibonese, ucciso per errore in un agguato il 25 ottobre 2012. La Dda del capoluogo calabrese ha chiesto ed ottenuto dal gip l’archiviazione del caso, non avendo elementi tali per assicurare alla giustizia i sospettati dell’omicidio. Lo stesso gip, nel provvedimento di archiviazione, evidenzia che l’omicidio di Filippo ha “sconvolto un’intera comunita’”, tanto che il ragazzo nel 2014 e’ stato riconosciuto “vittima di mafia” dal Ministero dell’Interno.