Tre arresti nel reggino per droga [FOTO, NOMI e DETTAGLI]

Carabinieri e Droga 1La scorsa nottata nel cuore di Melicucco (RC) in una palazzina della centralissima via Gramsci – dove al primo piano è sita anche una nota barberia – i Carabinieri della locale Stazione coadiuvati da quelli della Stazione di Feroleto della Chiesa e della Compagnia Speciale del GOC di Vibo Valentia hanno rinvenuto l’ennesima fabbrica di droga, anche questa ingegnosissima e frutto di evidenti “studi” da parte di coloro che l’hanno realizzata; il forte ed agre odore della marijuana essiccata veniva infatti incanalata – tramite dei sistemi di areazione – in un reticolato sofisticatissimo di tubi in PVC che espellevano l’aria “maleodorante” nei pressi di un tetto adiacente all’edificio di interesse. Particolarmente significativo il resoconto di quanto rinvenuto a seguito dell’operazione:

–        Kg. 2,5 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana già confezionata in nr. 05 (cinque) involucri di plastica termo-sigillata da mezzo kg. ciascuno e materiale vario per il confezionamento con annessa bilancia elettronica di precisione e macchina per il sottovuoto;

–        Kg. 10 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana già essiccata e pronta per essere suddivisa;

–        Euro 1.000,00 in banconote di vario taglio, ricavo dell’attività di spaccio;

–        nr. 183 cartucce, di cui nr. 177 cal. 20 e nr. 06 cal. 12.

Il laboratorio alimentato, inoltNAPOLI Giuseppe cl. '76re, in maniera illecita tramite by-pass al contatore (tramite cui veniva rubata la corrente elettrica) è stato posto sotto sequestro con tutte le lampade alogene ed i temporizzatori che servivano a far crescere rigogliose le piante.

I soggetti tratti in arresto, preposti alla gestione della lucrosa attività, dovranno rispondere dei reati di concorso in produzione, detenzione e spaccio di ingente quantitativo di sostanza stupefacente:

–        VALERIOTI Antonio, di anni 47 da Polistena (RC), già noto alle FF.OO., che  dovrà rispondere anche dei reati di furto di energia elettrica e detenzione abusiva di munizionamento;

–        VALERIOTI Francesco, di anni 21 da Cinquefrondi (RC), figlio di Antonio;

–        NAPOLI Giuseppe, di anni 40 da Taurianova (RC).

Al termine delle incombenze il VALERIOTI Antonio è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Palmi in regime di custodia cautelare in carcere mentre gli altri due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.