Tra sacro e profano, Reggio Calabria gremita di persone per la prima sera di festa [FOTO]

Ieri sera migliaia di persone hanno popolato il centro di Reggio Calabria sotto lo sguardo attento della Madonna della Consolazione

duomo-festa-madonna07È trascorsa serena la prima sera di festa a Reggio Calabria: il cielo si è mostrato clemente, scongiurando la minaccia di pioggia arrivata solo intorno a mezzanotte. La quasi totalmente riaperta Piazza Duomo è stata teatro accogliente, sotto lo sguardo amorevole della Madonna della Consolazione, che oltre la porta aperta della Cattedrale vigilava sulla città. Come sempre luci e musica popolare hanno fatto da colonna sonora alla festa, tra organetti e tarantelle. Nell’aria l’odore tipico della festa: carne alla brace, peperoni, patate e pane caldo. Un grande successo per tutti gli spettacoli live: Pasquale Caprì & Friends alla Villa Comunale, Otello Profazio al Castello Aragonese, i musicisti del Conservatorio Cilea al Teatro Comunale, il concerto di musica sacra alla Chiesa degli Ottimati.
Migliaia di persone sul Corso Garibaldi, la cui attrattiva è stata incrementata dall’apertura serale dei negozi, protratta fino alle 22, e dai tanti commercianti gastronomici e non. In tantissimi anche alle bancarelle di Pentimele, tra gastronomia e oggettistica varia, nonché a quelle di largo Botteghelle, incentrate sull’artigianato.
La prima serata è andata via così, senza grandi pretese, solo con la voglia di vivere fino in fondo uno dei momenti più attesi dalla città di Reggio.