Sicilia: ufficiali i finanziamenti per gli interventi nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto

Sono ufficiali i finanziamenti per gli interventi nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina

Panorama_Barcellona_Pozzo_di_GottoIl sindaco Roberto Materia dichiara che “sono ufficiali i finanziamenti per gli interventi nel Comune di Barcellona Pozzo di Gotto. Ho ricevuto la nota con la quale l’Assessore regionale del Territorio e Ambiente, On.le Maurizio Croce, comunica che a seguito della sottoscrizione del Patto per la Sicilia sono stati assegnati i finanziamenti degli interventi da eseguire nel territorio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto. Si tratta, nel dettaglio, dei finanziamenti per l’esecuzione di lavori di sistemazione di due strade di collegamento con le frazioni e, soprattutto, di un’importante opera di messa in sicurezza di diverse “saie” che attraversano anche zone inurbate del territorio comunale: • “Sistemazione del piano viabile, regimentazione delle acque e sistemazione versanti della strada di collegamento Migliardo-Maloto”, per € 2.500.000,00; • “Sistemazione del piano viabile, regimentazione delle acque e sistemazione versanti della strada di collegamento Moletto-Ficarella”, per € 2.800.000,00; • “Progetto per i lavori urgenti di sistemazione delle saie Riti, Bizzarro, Acquacalda e Cappuccini nel Comune di Barcellona P.G.”, per € 6.500.000,00. Sono opere che seppure guardino al miglioramento dei collegamenti stradali con le frazioni – utili anche a offrire una nuova opportunità di sviluppo a zone altrimenti marginali – sono rivolte soprattutto alla messa in sicurezza del territorio, e ciò con particolare attenzione alla grande questione della prevenzione del rischio in un’area la cui fragilità idraulica e idrogeologica è stata, purtroppo, messa in ampia evidenza dagli eventi alluvionali degli ultimi anni. Il finanziamento di questi interventi è il risultato del lavoro e dell’impegno profusi nei mesi scorsi e premia anche la pressante attenzione che abbiamo rivolto alla necessità di elaborare e depositare le schede ReNDis relative alle misure di tutela ambientale. Queste iniziative, elaborate in sinergia con i Sindaci degli altri Comuni della Città Metropolitana di Messina nel quadro di un disegno complessivo di sviluppo del territorio provinciale, non esauriscono comunque il novero della programmazione proposta nell’ambito del Patto per il Sud, giacché altre misure troveranno accoglimento e concreta realizzazione nel prosieguo in concomitanza col finanziamento delle altre annualità del Patto”.